fbpx
AttualitàCronacaItaliaSportUltim'oravolley

Serie A1 Giornata di tie-break: Pinerolo spaventa Conegliano, festeggiano Chieri e Novara

Una domenica emozionante quella offerta dalla settima giornata di ritorno del Campionato di Serie A1. Al Palaverde, prestazione monstre di Pinerolo che, si prende un fondamentale punto salvezza portando al tie-break le campionesse di Conegliano, che poi riescono comunque a conquistare due punti. Stesso bottino per Scandicci, che vince con una bella prova di forza il big match in casa di Milano, confermando la seconda posizione, e per Novara, che nel posticipo sorride al fotofinish contro Casalmaggiore. Rimane al quarto posto Chieri, che vince 3-1 contro Busto Arsizio, mentre torna al successo Cuneo, che sbanca Macerata. Nulla da fare per Perugia nella trasferta di Bergamo: secco 3-0.

Occasione sprecata per la Vero Volley Milano, che nel big match della settima giornata di ritorno della Serie A1 si fa fermare, dopo cinque vittorie consecutive, dalla Savino Del Bene Scandicci. Le toscane fanno lo stesso scherzetto subìto dalle lombarde nella gara di andata, espugnando una Arena di Monza caldissima (4027 spettatori) al quinto set con una prova determinata, impreziosita dalla giornata positiva di Antropova Zhu, vere spine nel fianco per la difesa delle padrone di casa. Ad un primo gioco approcciato con qualche titubanza, complice la partenza sprint della formazione ospite, Milano reagisce nel secondo, affidandosi alle fiammate di ThompsonSylla Davyskiba, entrata per una Larson poco incisiva, e ad un muro-difesa solido ben interpretato da Stevanovic Folie. La gara si accende ed il ritmo è altissimo, con Scandicci che la spunta nel terzo (ottime le difese di Merlo e le giocate di Pietrini) e Milano che si va a prendere il quarto, trovando nelle difese di Negretti la soluzione per risalire, facendo intendere di aver ritrovato entusiasmo e forza. Nel tie-break, però, sono ancora le toscane a partire meglio, costruendosi un vantaggio al cambio di campo e poi l’allungo fino al successo finale, il sesto successo consecutivo che significa secondo posto a più quattro sulla Vero Volley. Sono proprio Antropova (25) e Zhu (19) le migliori realizzatrici per le ospiti, con l’opposta che piazza anche 4 muri. Non bastano i 28 punti a referto di Thompson e i 26 della coppia Folie-Sylla (5 muri per la centrale) per ottenere più di un punto. Il commento di Alessia Orro nel post partita: “Dispiace veramente per come è andata questa gara. Sappiamo che questo è un punto comunque importante, ma certamente volevamo un altro tipo di risultato. Abbiamo commesso troppi errori e forse abbiamo faticato un po’ troppo in ricezione. Se non giochi al 100% in tutti i fondamentali, infatti, contro squadre del genere diventa difficile. Le avversarie non ti regalano nulla e noi, anche nelle situazioni facili, non abbiamo brillato. Contro Conegliano dobbiamo battere bene e ricevere bene sennò è difficile competere. Dobbiamo dare qualcosa in più perché questo non basta contro nessuna squadra”. Così invece coach Barbolini“Vittoria importante per tanti motivi. Abbiamo combattuto in tutti e cinque i set, giocando punto a punto. Le ragazze sono state bravissime a scappare nel tie-break. Alla vigilia della partita ci eravamo detti che per vincere queste gare occorreva osare un po’ di più e lo abbiamo fatto servendo bene. Questa vittoria prosegue una striscia positiva ed il successo ci permette di prendere del vantaggio importante su una rivale diretta. Domani ci riposeremo e poi prepareremo la gara di ritorno dei quarti di finale di CEV Cup. Sarà una sfida complicata e la vittoria 3-0 ottenuta nella trasferta in Germania non ci deve illudere. Stasera però festeggiamo e pensiamo a quanto di buono abbiamo fatto oggi”.

La Reale Mutua Fenera Chieri ’76 supera l’E-Work Busto Arsizio 3-1, come già nel girone d’andata, e centra la vittoria numero 14 in campionato eguagliando il suo record di successi in A1 risalente alla stagione 2020/2021. L’affermazione biancoblù arriva a chiusura di una partita indecifrabile segnata da alti e bassi e molti errori, giocata bene ora da una formazione ora dall’altra, raramente da entrambe nello stesso momento. A far pendere la bilancia dalla parte di Chieri è stata la maggior lucidità nei finali del terzo e quarto set, i più combattuti e incerti, conlusi 25-23 e 25-22. I primi due set invece erano entrambi terminati a 20, il primo a favore di Busto, il secondo per Chieri, con l’importantissimo ingresso nelle fasi iniziali di Villani Butler. Il premio di MVP viene assegnato a Spirito, autrice di tantissimi preziosi recuperi in difesa. Cinque le giocatrici in doppia cifra: Grobelna (15), Weitzel (13) e Villani (12) fra le padrone di casa, Montibeller (16) e Degradi (13) fra le bustocche. Queste le parole dell’MVP Spirito“Sono molto contenta della reazione che abbiamo avuto dopo il primo set. Non era semplice, poteva finire come a Firenze, invece siamo state brave a portare a casa la vittoria”. Queste invece le parole di Lena Stigrot“Complimenti a Chieri che ha giocato una bella partita. Noi abbiamo lottato, sapevamo che sarebbe stato difficile giocare qui in questo palazzetto. Siamo riuscite a mettere in campo il nostro gioco, ma loro hanno fatto meglio in battuta e per questo hanno vinto la partita”.

Brutta serata per la CBF Balducci HR Macerata che non riesce a guadagnare nemmeno un set (0-3) contro la Cuneo Granda S.Bernardo ed esce sconfitta (undicesimo ko di fila) dal Banca Macerata Forum nella settima giornata di ritorno, restando così all’ultimo posto in graduatoria. Arancionere in partita solo per alcuni tratti del match, Cuneo (nonostante i 24 errori punto a fine gara) risulta superiore in ogni fondamentale in particolare in attacco (54% vs 33%) e a muro (12 vs 5), grazie alla prestazione della MVP Szakmary, di Kuznetsova e di Gicquel, tornando così al successo dopo 6 k.o. consecutivi. Per le ragazze di Paniconi 4 muri vincenti per Aelbrecht e poco altro: per ottenere la salvezza servirà molta più cattiveria, soprattutto tra le mura amiche. Chiaramente delusa Alessia Fiesoli: “Sapevamo che era una partita fondamentale, di fronte al nostro pubblico. Mi dispiace perché non abbiamo mai messo in campo l’aggressività che serviva, eravamo un po’ disunite nonostante abbiamo spinto tanto in settimana in allenamento. Fino alla fine non molleremo, domenica prossima c’è un’altra sfida importante in casa e dovremo mettere di più in campo”. Di tutt’altro umore Noemi Signorile: “Quando è caduta l’ultima palla quasi non credevamo di aver vinto. All’inizio c’era tanta tensione: sapevamo che questa era una partita fondamentale. Non abbiamo giocato benissimo, ma l’importante era vincere, e l’abbiamo fatto. Possiamo tirare un piccolo sospiro di sollievo per questi tre punti che ci danno tanto morale. Da mercoledì inizieremo a pensare a Perugia, ora godiamoci il ritorno alla vittoria”.

Una Volley Bergamo 1991 bella e cinica si regala tre punti nel delicato match contro la Bartoccini-Fortinfissi Perugia, arrivata al Pala Intred affamata di punti salvezza ma costretta a fare i conti con la determinazione e il bel gioco delle rossoblù. Il match inizia con una sinfonia di attacchi che passano da Butigan Lanier, Perugia recupera e si porta a -1, ma gli ace di Gennari (3) valgono un nuovo allungo. Le umbre di nuovo reagiscono (15-14) e allora Micoli dà spazio a Partenio che trova subito il punto del +2. L’urlo di Lorrayna al punto del 21-18 , seguito da quello di Lanier sono la sentenza che avvia il parziale alla chiusura: 25-21. La strada sembra in salita in avvio di secondo set e allora dentro anche Frosini (3-5) ed è pareggio, sorpasso e stacco. Da 9-6 fino a 17-8 con la complicità di Partenio (5), Lanier (6, 85%) e delle centrali Stufi Butigan che ottimizzano ogni palla in attacco. La firma sul  25-15  e sul 2-0 è quella di Lanier. Perugia non si dà per vinta con Galkowska (5 punti nel set) ed è ancora Partenio a innescare la reazione. Si viaggia affiancati alle umbre, il servizio delle rossoblù torna ad essere incisivo, Frosini risponde con efficacia alle chiamate di Gennari e poi Butigan strappa il punto del 17-14 che sembra dare sicurezza a Bergamo. E invece Perugia tenta di nuovo l’aggancio (18-17). Allora ci pensano Partenio, meritatamente MVP, il muro di Stufi Lanier a fermare la corsa e a regalare i 3 punti a Bergamo. Questo il commento di Laura Partenio, MVP della gara: “Siamo un’ottima squadra, costruita benissimo e i risultati lo dimostrano. Chiunque entri fa bene e dà un supporto in più. Questa squadra è forte…”. Giorgia Avenia commenta la sconfitta di Perugia: “Il primo e il terzo set ce la siamo giocata, ma su piccoli dettagli hanno avuto la meglio loro perché hanno fatto break importanti. Eravamo in partita, ma non siamo riuscite ad avere la zampata vincente”.

Quattromila e seicento presenti al Palaverde per l’incontro tra la Prosecco Doc Imoco Conegliano e la Wash4Green Pinerolo, due squadre arrivate all’incontro con obiettivi opposti: confermare la vetta per le pantere, provare a strappare altri punti salvezza per le pinelle. Missione riuscita: dopo una gara vivace e molto combattuta, la squadra di coach Marchiaro riesce nell’impresa di portare al tie-break le Campionesse d’Italia e del Mondo, cedendo solo alla quinta frazione sotto i colpi di una scatenata Plummer, MVP dell’incontro con 22 punti (43% di efficienza). Inizio pimpante di Ungureanu e compagne che prendono un minimo vantaggio, ma Conegliano, con il duo Carraro-Samedy a dare un turno di riposo alla diagonale Wolosz-Haak, ricuce e mantiene la gara in equilibrio (18-18) fino alle battute finali. Nonostante l’ingresso nel finale dell’artiglieria pesante, con Wolosz Haak, Pinerolo passa in vantaggio 0-1, trascinata da Zago (6 punti nel set). Anche nel secondo parziale le pantere devono fare i conti con il gioco spumeggiante delle piemontesi. Pinerolo resta avanti per larghi tratti, ma il Palaverde si fa sentire e spinge le sue beniamine al pareggio. Il terzo set vede le Campionesse d’Italia fare subito la voce grossa ma dall’altra parte la squadra di coach Marchiaro con difesa e la giusta sfrontatezza in attacco continua a farsi minacciosa. Punto su punto la neopromossa piemontese ricuce lo strappo e mette paura alla capolista. Alla fine serve Lubian, con due muri decisivi, a indirizzare il gioco sul 2-1. Anche il quarto set non è una passeggiata per la capolista, anzi, Pinerolo continua la sua serata all’arrembaggio e tiene il punto a punto con grande entusiasmo, difendendo tutti i palloni possibili e giocando con grande esuberanza in attacco. Sul 20-20 inizia un’altro sprint per la vittoria del set con Prandi e compagne che, grazie ancora a capitan Valentina Zago (grande gara, 6 punti anche nel quarto set), diventano la seconda squadra dopo Scandicci a strappare almeno un punto in casa a Conegliano: è tie-break. La quinta frazione ricalca le precedenti, con Pinerolo sempre vogliosa e concentrata: nonostante il vantaggio iniziale gialloblu, si torna sul 9-9. A togliere le castagne dal fuoco ci pensano alla fine l’ottima Plummer Fahr, che regalo il successo alla squadra di coach Santarelli. Applausi diffusi per Pinerolo, che chiude con cinque atlete in doppia cifra: super Zago (23), Akrari (14), Ungureanu (13), Grajber (12) e Gray (10). Le parole dell’MVP Plummer“Abbiamo giocato una partita strana dove non siamo mai riuscite a prendere in mano il gioco. Molti meriti a Pinerolo, le squadre che vengono al Palaverde spesso giocano senza niente da perdere e rischiando molto, ci hanno sorpreso e hanno continuato a farlo per tutta la partita mettendoci in grande difficoltà. E’ stato importante per noi trovare comunque la vittoria anche se abbiamo ceduto un punto. Questa partita ci insegnerà molto e dobbiamo farne tesoro per migliorare ancora a partire dai prossimi allenamenti”. Chiaramente felice capitan Zago“Siamo veramente soddisfatte della nostra partita, abbiamo giocato un grande match contro un top team e questo conferma i nostri progressi. Siamo state brave a giocare fin dal primo set con grande spirito, peccato perchè potevamo anche vincere e a un certo punto ci abbiamo creduto. Abbiamo giocato alla pari con Conegliano, forse non era la migliore Conegliano, ma sappiamo di che pasta sono fatte e quindi quanto fosse difficile competere con loro. Ci portiamo a casa un punto d’oro e tanta convinzione per le prossime uscite e il finale di stagione”.

Si chiude con un entusiasmante 3-2 la sfida tra l’Igor Gorgonzola Novara e la TrasportiPesanti Casalmaggiore: tornano al successo le zanzare, dopo due k.o. consecutivi, mentre guadagnano un punto le casalasche, ora settime in classifica dopo la sconfitta di Busto Arsizio. Un match caratterizzato da molte assenze in entrambi i roster: da un lato out Bosetti Chirichella, dall’altro fuori Perinelli Lohuis. Casalmaggiore parte forte ma Novara ribalta l’inerzia con Karakurt e scappa con tre ace di Carcaces, il cui turno in battuta “rompe” il set conducendo le azzurre sul 25-17. Regna l’equilibrio nella seconda frazione, ma dopo la metà del set si fa avanti la squadra di coach Pistola, che pareggia i conti. Al ritorno in campo le casalasche sono inarrestabili e prendono subito un largo vantaggio che si trasforma presto nel 14-25 che port sull’1-2 le ospiti. Novara reagisce e va subito avanti nel quarto gioco, un vantaggio che, malgrado i tentativi di Casalmaggiore, permane fino alle fine, con il 2-2 che porta le squadre al tie-break. Il quinto set le padrone di casa, spinte dal pubblico del Pala Igor, lo giocano nel migliore dei modi, scavando subito un solco e mantenendo a distanza le rosa: 15-10 e due punti conquistati. MVP una super FersinoKarakurt chiude con 27 punti mentre Dimitrova si ferma a 24. Le parole di Kenia Carcaces: “Mi dispiace per il punto perso, abbiamo avuto delle difficoltà che per fortuna abbiamo superato, reagendo da squadra, negli ultimi due parziali. Penso che al netto anche delle difficoltà incontrate, il successo sia stata una bella dimostrazione del nostro essere squadra, perché una partita che si era messa così la si ribalta solo come gruppo e non con le giocate dei singoli”. Così invece Benedetta Sartori: “Sono fiera del gioco che abbiamo fatto, della mia squadra. Potevamo fare sicuramente di più ma questo punto è importantissimo, sapevamo di giocare contro una squadra molto forte. Aspettavo da tanto tempo di poter esordire come titolare in Serie A1 e sono davvero felice per questo, si potevo fare meglio, non mi accontento mai, ma dobbiamo continuare così anche nelle prossime partite“.

SERIE A1
7° GIORNATA DI RITORNO
Sabato 25 febbraio ore 20.30 diretta Rai Sport + HD

Il Bisonte Firenze-Megabox Ond. Savio Vallefoglia 2-3 (21-25, 23-25, 25-23, 25-22, 13-15)
Domenica 26 febbraio ore 17.00
Vero Volley Milano-Savino Del Bene Scandicci 2-3 (22-25, 28-26, 22-25, 25-21, 7-15)
Reale Mutua Fenera Chieri-E-Work Busto Arsizio 3-1 (20-25, 25-20, 25-23, 25-22)
Cbf Balducci Hr Macerata-Cuneo Granda S.Bernardo 0-3 (21-25, 17-25, 20-25)
Volley Bergamo 1991-Bartoccini-Fortinfissi Perugia 3-0 (25-21, 25-15, 25-21)
Prosecco Doc Imoco Conegliano-Wash4green Pinerolo 3-2 (22-25, 25-22, 25-22, 23-25, 15-12)
Domenica 19 febbraio ore 19.30 diretta Sky Sport Uno
Igor Gorgonzola Novara-Trasportipesanti Casalmaggiore 3-2 (25-17, 22-25, 14-25, 25-20, 15-10)

I TABELLINI
VERO VOLLEY MILANO – SAVINO DEL BENE SCANDICCI 2-3 (22-25 28-26 22-25 25-21 7-15) – VERO VOLLEY MILANO: Orro 3, Larson 3, Folie 13, Thompson 28, Sylla 13, Stevanovic 10, Parrocchiale (L), Davyskiba 10, Stysiak 1, Rettke 1, Begic 1, Negretti (L), Candi. Non entrate: Mancastroppa. All. Gaspari. SAVINO DEL BENE SCANDICCI: Pietrini 13, Belien 12, Antropova 25, Zhu 19, Washington 8, Di Iulio 3, Merlo (L), Mingardi 2, Yao, Castillo, Sorokaite. Non entrate: Angeloni (L), Alberti, Shcherban. All. Barbolini. ARBITRI: Brancati, Vagni. NOTE – Spettatori: 4027, Durata set: 29′, 35′, 29′, 27′, 15′; Tot: 135′. MVP: Di Iulio.

Top scorers: Thompson J. (28) Antropova E. (25) Zhu T. (19)
Top servers: Pietrini E. (2) Di Iulio I. (1) Antropova E. (1)
Top blockers: Folie R. (5) Antropova E. (4) Stevanovic J. (3)

REALE MUTUA FENERA CHIERI – E-WORK BUSTO ARSIZIO 3-1 (20-25 25-20 25-23 25-22) – REALE MUTUA FENERA CHIERI: Cazaute 7, Mazzaro 2, Grobelna 15, Rozanski 2, Weitzel 13, Bosio 2, Spirito (L), Villani 12, Butler 5, Storck 3, Morello. Non entrate: Kone, Nervini, Fini (L). All. Bregoli. E-WORK BUSTO ARSIZIO: Degradi 13, Zakchaiou 7, Lloyd 6, Omoruyi 3, Olivotto 6, Montibeller 16, Zannoni (L), Stigrot 7. Non entrate: Lualdi, Bressan (L), Monza, Colombo, Battista. All. Musso. ARBITRI: Lot, De Simeis. NOTE – Spettatori: 1447, Durata set: 25′, 25′, 27′, 26′; Tot: 103′. MVP: Spirito.

Top scorers: Montibeller R. (16) Grobelna K. (15) Weitzel C. (13)
Top servers: Degradi A. (2) Weitzel C. (2) Montibeller R. (1)
Top blockers: Weitzel C. (4) Zakchaiou K. (2) Olivotto R. (2)

CBF BALDUCCI HR MACERATA – CUNEO GRANDA S.BERNARDO 0-3 (21-25 17-25 20-25) – CBF BALDUCCI HR MACERATA: Fiesoli 4, Cosi 3, Malik 8, Abbott 6, Aelbrecht 9, Dijkema 1, Fiori (L), Chaussee 2, Okenwa 1, Ricci, Quarchioni. Non entrate: Poli, Molinaro, Napodano (L). All. Paniconi. CUNEO GRANDA S.BERNARDO: Kuznetsova 15, Hall 8, Signorile 1, Szakmary 18, Cecconello 9, Gicquel 14, Caravello (L), Drews. Non entrate: Caruso, Diop, Klein Lankhorst, Gay (L), Magazza. All. Bellano. ARBITRI: Canessa, Caretti. NOTE – Spettatori: 610, Durata set: 24′, 21′, 27′; Tot: 72′. MVP: Szakmary.

Top scorers: Szakmary G. (18) Kuznetsova S. (15) Gicquel L. (14)
Top servers: Kuznetsova S. (3) Malik P. (1) Dijkema L. (1)
Top blockers: Aelbrecht F. (4) Cecconello A. (4) Gicquel L. (4)

VOLLEY BERGAMO 1991 – BARTOCCINI-FORTINFISSI PERUGIA 3-0 (25-21 25-15 25-21) – VOLLEY BERGAMO 1991: Cagnin 1, Stufi 5, Gennari 7, Lanier 18, Butigan 9, Da Silva 2, Cecchetto (L), Partenio 10, Frosini 5. Non entrate: Cicola (L), May, Bovo, Turla’. All. Micoli. BARTOCCINI-FORTINFISSI PERUGIA: Guerra 6, Nwakalor 2, Galkowska 10, Gardini 6, Polder 5, Avenia 3, Armini (L), Lazic 3, Provaroni, Santos, Galic. Non entrate: Rumori (L), Garcia. All. Bertini. ARBITRI: Pozzato, Cappello. NOTE – Spettatori: 992, Durata set: 26′, 22′, 25′; Tot: 73′. MVP: Partenio.

Top scorers: Lanier K. (18) Partenio L. (10) Galkowska M. (10)
Top servers: Gennari G. (4) Polder T. (1) Frosini G. (1)
Top blockers: Guerra A. (2) Polder T. (2) Butigan B. (2)

PROSECCO DOC IMOCO CONEGLIANO – WASH4GREEN PINEROLO 3-2 (22-25 25-22 25-22 23-25 15-12) – PROSECCO DOC IMOCO CONEGLIANO: Carraro, Plummer 22, Squarcini 7, Samedy 8, Gennari 4, Lubian 15, De Gennaro (L), Haak 18, Robinson-cook 6, Fahr 5, Wolosz 1, Pericati. All. Santarelli. WASH4GREEN PINEROLO: Grajber 12, Akrari 14, Prandi, Ungureanu 13, Gray 10, Zago 23, Moro (L), Carletti 2, Bortoli, Bussoli. Non entrate: Renieri, Jones, Gueli (L), Miao. All. Marchiaro. ARBITRI: Mattei, Laghi. NOTE – Spettatori: 4631, Durata set: 25′, 28′, 26′, 28′, 18′; Tot: 125′. MVP: Plummer.

Top scorers: Zago V. (23) Plummer K. (22) Haak I. (18)
Top servers: Haak I. (1) Lubian M. (1) Plummer K. (1)
Top blockers: Lubian M. (5) Ungureanu A. (3) Zago V. (3)

IGOR GORGONZOLA NOVARA – TRASPORTIPESANTI CASALMAGGIORE 3-2 (25-17 22-25 14-25 25-20 15-10) – IGOR GORGONZOLA NOVARA: Battistoni 1, Carcaces 23, Danesi 10, Karakurt 27, Adams 10, Bonifacio 6, Fersino (L), Ituma 2, Giovannini, Cambi. Non entrate: Bresciani, Varela Gomez (L), Chirichella. All. Lavarini. TRASPORTIPESANTI CASALMAGGIORE: Frantti 14, Sartori 9, Dimitrova 24, Piva 15, Melandri 6, Carlini 4, De Bortoli (L), Malual, Buzzerio. Non entrate: Lohuis, Mangani (L), Perinelli, Scola. All. Pistola. ARBITRI: Braico, Simbari. NOTE – Spettatori: 2500, Durata set: 21′, 26′, 23′, 27′, 17′; Tot: 114′. MVP: Fersino.

Top scorers: Karakurt E. (27) Dimitrova E. (24) Carcaces K. (23)
Top servers: Carcaces K. (4) Karakurt E. (3) Carlini L. (1)
Top blockers: Karakurt E. (4) Melandri L. (2) Piva R. (2)

LA CLASSIFICA
Prosecco Doc Imoco Conegliano 54 (19 – 1); Savino Del Bene Scandicci 50 (16 – 4); Vero Volley Milano 46 (15 – 5); Reale Mutua Fenera Chieri 42 (14 – 6); Igor Gorgonzola Novara 40 (15 – 5); Volley Bergamo 1991 31 (10 – 10); Trasportipesanti Casalmaggiore 29 (9 – 11); E-Work Busto Arsizio 28 (9 – 11); Il Bisonte Firenze 27 (9 – 11); Megabox Ond. Savio Vallefoglia 22 (8 – 12); Cuneo Granda S.Bernardo 21 (7 – 13); Bartoccini-Fortinfissi Perugia 12 (4 – 16); Wash4green Pinerolo 11 (3 – 17); Cbf Balducci Hr Macerata 7 (2 – 18).

SERIE A1
8° GIORNATA DI RITORNO
Domenica 5 marzo ore 17.00 

Wash4green Pinerolo – E-Work Busto Arsizio
Savino Del Bene Scandicci – Reale Mutua Fenera Chieri
Bartoccini-Fortinfissi Perugia – Cuneo Granda S.Bernardo
Cbf Balducci Hr Macerata – Trasportipesanti Casalmaggiore
Domenica 5 marzo ore 18.00 diretta Sky Sport Uno
Megabox Ond. Savio Vallefoglia – Volley Bergamo 1991
Domenica 5 marzo ore 20.30 diretta Rai Sport + HD
Vero Volley Milano – Prosecco Doc Imoco Conegliano (05-03-2023 20:30)
Lunedì 6 marzo ore 18.30
Il Bisonte Firenze – Igor Gorgonzola Novara (06-03-2023 18:30)

Seguiteci sulla nostra pagina Facebook e su Ecopalletsnet

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio
Notizie anzio, nettuno