AmbienteCronacaRegione LazioRoma Capitale

ARDEA – La situazione rifiuti a Colle Romito è insostenibile. Noi con Salvini: “Pronti a denunciare il degrado”.

Fisio fit Ricerca personale

Riceviamo e pubblichiamo:

“Partiamo dal presupposto che la gestione dei rifiuti costituisce attività di pubblico interesse, che i rifiuti devono essere gestiti senza pericolo per la salute dell’uomo (art. 177 del testo unico sull’ambiente) e senza usare procedimenti o metodi che potrebbero recare pregiudizio all’ambiente, in particolare: senza determinare rischi al suolo, acqua, aria nonché fauna e flora, senza causare odori e rumori, senza danneggiare il paesaggio; per questa disposizione l’organizzazione è emanata al comune di appartenenza, in questo caso il Comune di Ardea.
Da un sopralluogo fatto ieri nel consorzio di Colle Romito la situazione è a dir poco critica. Ci sono zone del comprensorio con cataste di rifiuti, soprattutto in questo periodo dell’anno, il cui cattivo odore supera di gran lunga la sopportazione.
Questo articolo non è un appello, questo articolo è il modo per dire in maniera diretta che il comune deve provvedere immediatamente al riordino e alla pulizia di un luogo già molto discusso; pochi giorni fa per il sequestro della “discarica” abusiva proprio all’interno del comprensorio, poi alla doppia raccolta del verde organizzata dall’amministrazione consortile. Proprio in alto ho fatto una premessa citando un articolo del testo unico dell’ambiente dove si evince brevemente la gestione dei rifiuti e che, in primo luogo, specifica che la gestione deve essere organizzata in tal modo di non recare pericolo alla salute dell’ uomo. Bè ora mi viene spontaneo chiedere a questi signori menefreghisti del proprio territorio, dove il problema di Colle Romito è sparso in quasi tutto il territorio di Ardea: ma vi rendete conto? Questa situazione è da colera, porta ratti, animali di ogni genere, degrado ed invivibilità. Ovviamente proprio per la discussa gestione consortile, i soci del consorzio dopo la chiusura della discarica immaginano sia una mossa, disastrosa, da parte di chi gestisce in sfregio all’esito per creare panico, ma non è da poco. Come al solito il comune che dovrebbe essere il primo a creare condizioni di ordine e pulizia soprattutto perché i cittadini pagano per questo e, dei problemi gestionali comunali, tra l’ente e la ditta appaltatrice alla gente poco importa.
Che al comune poco importa invece di ciò che accade nei consorzi lo voglio ricordare con ciò che accadde l’anno scorso, dove proprio all’ingresso del centro commerciale si invitavano i soci a gettare i rifiuti in un’area che tra l’altro è di proprietà dei commercianti; ma sappiamo che al comune ed al consorzio poco importa, le regole non fanno da padrone.
Di recente proprio davanti alla sede del consorzio NOI CON SALVINI ha fatto una segnalazione al geom. Luigi Centore per la discarica non autorizzata oggetto di numerose denunce da parte dei cittadini, protocollate al comune e in nostro possesso, per chiedere un sopralluogo all’assessore all’ambiente in quanto crea disagi sia sanitari che di decoro, ma tutto tace.
Dopo la segnalazione di una socia della zona edil colle, crediamo sia indispensabile fare un ulteriore reclamo per porre attenzione su un problema molto serio che danneggia salute, dignità e decoro, in un luogo che è nato per il turismo e che questa amministrazione attuale, a braccetto con quella consortile, hanno portato al declino più completo. Non pochi giorni fa il consigliere comunale uscente Tonino Abate proprio su Facebook denunciava con delle foto il preoccupante stato di cumuli di spazzatura sparsa che danno il benvenuto ai pochi eroi che hanno ancora il coraggio di venire ad Ardea nel periodo estivo, motivo per cui dopo la segnalazione ufficialmente fatta per un incontro con il vice sindaco al momento del mancato provvedimento del ripristino igienico, presenteremo denuncia di responsabilità alle autorità competenti.

Monica Fasoli
Noi Con salvini Ardea”

Articoli correlati

Back to top button
Notizie anzio, nettuno
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: