CalcioRoma FemminileSport

Serie A Femminile: il riassunto della terza giornata

Tra sorprese, conferme e grande spettacolo vediamo tutti i risultati di questa terza giornata di Serie A Femminile

Juventus-Roma

Il venerdì alle 14.30 (orario stabilito per facilitare le due squadre impegnate in incontri Champions) va in scena subito il grande big match di giornata. Juventus-Roma infatti è già una sfida al vertice, fra due squadre potenzialmente destinate a contendersi lo Scudetto. La Roma di Spugna parte forte per tutto il primo tempo, ma non trova il gol del vantaggio a causa di una grande Peyraud-Magnin in porta per la Juve e di una difesa gagliarda con il ritorno di Cecilia Salvai.

Al 52’ allora arriva la rete della Juventus, con un insidioso tiro-cross di Cernoia che insidia e beffa Caesar. L’espulsione per somma di ammonizioni ai danni di Giugliano al 64’ aiuta la Juventus a portare a casa tre punti fondamentali dopo lo stop contro l’Inter.

Inter-Pomigliano

Senza storia invece la gara tra Inter e Pomigliano, dove le nerazzurre sconfiggono la loro bestia nera con un roboante 6-1 in casa. In particolare va segnalata la tripletta di Polli, preferita da Guarino a Bonetti, che festeggia così la prima da titolare in questa stagione di Serie A Femminile. Oltre al rigore sbagliato di Ferrario, per il Pomigliano l’unico gol arriva con Amorim, due minuti dopo il suo ingresso in campo.

Karchouni e la doppietta di Ajara Njoya per l’Inter poi chiudono definitivamente i giochi in una partita senza storia e con poco da salvare per il Pomigliano, che comunque ha affrontato questo sabato una squadra con le carte in regola per posizionarsi tra le prime quattro quest’anno.

Fiorentina-Parma

La domenica si parte con una sfida dall’altro tasso emotivo al Gino Bozzi di Firenze, dove torna in Toscana (dove aveva allenato all’Empoli) l’amatissimo mister Ulderici del Parma, al quale viene riservato anche un bello striscione da dei tifosi empolesi. La gara termina 2-1 per le Viola però, che vanno a punteggio pieno in testa alla classifica.

Al gol di Kajan su rigore (fischiato dopo un fallo di mano di Pirone) risponde l’ex Martinovic nel secondo tempo. Il pareggio viene subito vanificato dalla rete di Catena per mister Panico. Dopo la scorsa, deludente stagione, pare proprio che la Fiorentina voglia riprendersi ciò che ritiene suo.

Sampdoria-Como

A dividere la vetta con la Fiorentina ci pensa la Sampdoria, che porta a casa la sfida delle 14.30 contro il Como con un miracolo all’ultimo respiro della solita Yoreli Rincon. Espulsa inoltre alla fine dell’incontro Alma Hilaj del Como, che prosegue il suo cammino in Serie A con 0 punti.

Il grande lavoro del tecnico della Sampdoria Antonio Cincotta si sta vedendo sempre di più, in una squadra nata praticamente poco più di un anno fa. Complimenti alle blucerchiate.

Milan-Sassuolo

Ultima gara di questa terza giornata di Serie A quella tra Milan e Sassuolo. Due squadre in grande difficoltà che faticano a macinare punti, si trovano ad affrontarsi in una gara incredibilmente ostica per entrambe. Il Milan di Ganz però pare svegliarsi dopo la pesante sconfitta contro la Roma, e scende in campo con un approccio assolutamente determinato.

Va subito in rete Valery Vigilucci dopo due minuti, poi fa 2-0 Grimshaw al ventesimo. L’accorcio dell’ex Fifì non sveglia le sue, che alla fine subiscono il gol del 3-1 da Mesjasz. Io Milan si sveglia e getta il Sassuolo nell’allarme, condividendo l’ultima posizione col Como a 0 punti. Per Ganz e le rossonere questa potrebbe essere l’occasione per ripartire da capo.

Articoli correlati

Back to top button
Notizie anzio, nettuno
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Adblock Detected