AmbienteCronacaRomaTerritorio

Satelliti sul Pontino, Justonearth: Circeo isola green metà fra Roma e Napoli

Justonearth fornirà anche quest’anno la sua tecnologia alla campagna antilittering “Piccoli gesti, grandi crimini”

JustOnEarth (J1E), società che possiede una tra le più avanzate tecnologie di analisi di dati satellitari al mondo e un’Intelligenza Artificiale capace di autoapprendimento e di interpretazione autonoma dei dati che arrivano dallo spazio, fornirà anche quest’anno la sua tecnologia alla campagna antilittering “Piccoli gesti, grandi crimini”, progetto per combattere l’abbandono di mozziconi nell’ambiente giunto al terzo anno, realizzato da Marevivo in collaborazione con BAT Italia e con il patrocinio del Ministero della Transizione Ecologica.Dopo aver coinvolto con successo le città di Fermo, Catania, Bari e San Felice Circeo durante l’estate 2021, registrando una riduzione dell’abbandono di sigarette nell’ambiente per un valore medio complessivo del -53%, J1E è tornata nel paese pontino dove, dal mese di maggio, ha portato avanti nuove rilevazioni per l’amministrazione comunale. La scorsa estate – spiega Giuseppe Schiboni, ex sindaco di San Felice Circeo, oggi consigliere comunale con delega ai “Progetti speciali con alta valenza territoriale” – abbiamo partecipato con entusiasmo alla campagna di Marevivo e British American Tobacco Italia, toccando con mano il potenziale di questa tecnologia innovativa, valutandone le possibili declinazioni nella nostra zona. Così, abbiamo incontrato Luigi Borgogno di J1E con il quale abbiamo stabilito di fare due nuovi monitoraggi satellitari di San Felice, il primo riguardante la sostenibilità, dalla qualità dell’acqua a quella dell’aria, il secondo per verificare la presenza di antiche strutture nascoste dalla vegetazione o presenti in mare. “Le indagini in ambito ambientale svolte da maggio a oggi – spiega Luigi Borgogno, General Manager di JustOnEarth – hanno confermato che il Circeo è un’isola felice a metà strada fra due grandi metropoli come Roma e Napoli. La qualità dell’aria e dell’acqua è molto buona, a riprova che l’area del Parco Nazionale del Circeo è un patrimonio ambientale inestimabile e che San Felice è incastonata in un’area verde straordinaria.” La nostra Intelligenza Artificiale proprietaria – aggiunge Luigi Borgogno – interpreta e trasforma le immagini satellitari, con un livello di precisione che tocca il 98,3% di accuratezza. Per raggiungere questo dato di precisione utilizziamo, oltre alle immagini e dati satellitari, numerose altre fonti o dataset, che vengono elaborate anche nel tempo.”La nostra realtà – sottolinea il consigliere Schiboni – passa da 10.000 abitanti a circa 100.000 nei mesi estivi, motivo per il quale bisogna fare estrema attenzione al potenziale impatto ambientale di questa repentina crescita demografica, verificandone le conseguenze. A livello di raccolta differenziata, illuminazione pubblica green, tutela e riutilizzo della Posidonia, colonnine per la ricarica di veicoli elettrici e bike sharing, negli ultimi tre anni abbiamo fatto molto, confermando la linea verde della nostra amministrazione. Grazie a JustOnEarth, adesso abbiamo una certificazione tecnologica della qualità dell’acqua e dell’aria in un periodo di grandissima affluenza, quello più critico per una meta turistica estiva.”“Ora – conclude l’ex primo cittadino del Circeo – attendiamo i dati sulle rilevazioni archeologiche che richiedono più tempo e che potrebbero dare nuove indicazioni sulla storia del nostro territorio.”

Articoli correlati

Back to top button
Notizie anzio, nettuno
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: