Regione LazioSport

S.S. Lazio, vittoria all’Olimpico per 3-1 contro il Rosenborg: a segno Matri, Anderson e Candreva

Fisio fit Ricerca personale

Prosegue la serie d’oro della Lazio all’Olimpico. Contro il Rosenborg i biancocelesti vincono e conquistano la testa del gruppo G di Europa league. Finisce 3-1 per gli uomini di Pioli che, nonostante l’inferiorità numerica per l’espulsione di Mauricio al 6′ del primo tempo, riescono comunque a ottenere un successo pesante grazie alle reti di Matri, Anderson e Candreva. Di Soderlund il gol del Rosenborg. Nel finale Berisha para un rigore a Soderlund. Il conto si chiude con quattro pali, due per parte, e due rigori. Settima vittoria su sette giocate in casa tra campionato e coppe. Stefano Pioli sorride, lo spirito della Lazio è tornato quello della scorsa stagione. Il successo a sorpresa del Saint-Etienne in casa del Dnipro permette ai capitolini di allungare in vetta al Gruppo G di Europa League ma allo stesso tempo rimette in corsa i francesi, che agganciano a quota 4 gli ucraini contro i 7 della Lazio

“Sapevo che questo girone sarebbe stato difficile ed equilibrato, per noi era importantissimo vincere stasera. La partita si era messa male, dobbiamo smetterla di commettere questi errori. Ho visto una buona riposta dai miei giocatori. Serviva fare uno sforzo in più. Correre per il compagno e giocare per la squadra è la nostra mentalità. Avevamo bisogno dell’esperienza di Mauri in un ruolo non suo, l’avevo provato in settimana lì. Ho visto una squadra equilibrata, ci siamo tolti un po’ di spazio alle spalle. Sono stati tanti gli aspetti positivi, ma non bisogna più commettere certi errori. Avevamo studiato bene i nostri avversari, non volevamo rinunciare alle nostre armi. Ho chiesto sacrificio agli esterni, lo hanno fatto bene. Non volevo togliere qualità alla squadra, ho giocatori con grande gamba, hanno fatto bene” ha commentato Pioli a fine gara.

Lazio-Rosenborg 3-1 (primo tempo 1-0)
Marcatori: Matri (L) al 28′ p.t.; Felipe Anderson (L) al 9′, Soderlund (R) al 24′, Candreva (L) al 34′ s.t.

LAZIO (4-2-3-1): Berisha; Konko, Mauricio, Hoedt, Radu; Onazi (dall’11’ s.t. Gentiletti), Cataldi; Candreva, Mauri (dal 30′ s.t. Milinkovic-Savic), Felipe Anderson (dal 25′ s.t. Milinkovic-Savic); Matri. (Marchetti, Basta, Morrison, Klose). All. Pioli

ROSENBORG (4-3-3): Hansen; Svensson (dal 31′ s.t. Konradsen), Eyjolfsson, Bjordal, Dorsin (dal 17′ s.t. Mikkelsen); Jensen, Selnaes (dal 44′ s.t. Vilhjalmsson), Midtsjo; Skjelvik, Soderlund, De Lanlay. (Hansen, Reginiussen, Stamnestro, Gamst Pedersen). All. Ingebrigtsen.

ARBITRO: Gil (Polonia)
NOTE: espulso Mauricio al 6′ p.t. Ammoniti Konko (L), Matri (L), Milinkovic-Savic (L), Bjordal (R)

Massimiliano Gobbi

Articoli correlati

Back to top button
Notizie anzio, nettuno
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: