AmbienteAmiantoCronacaEcologiaLadispoliRegione LazioSanita'Senza categoria

Fibre di amianto nell’acqua potabile, il killer silenzioso e sottovalutato !

Fisio fit Ricerca personale

In Europa manca ancora una direttiva che protegga i cittadini dalla presenza di fibre di amianto in acqua potabile, sia in termini di monitoraggio che di prevenzione primaria. ISDE si occupa da anni di questo problema a livello internazionale ed ha prodotto due studi  dai quali emergeva la presenza di un possibile rischio per la salute pubblica, non considerato dalla normativa vigente. Tali pubblicazioni hanno richiamato l’attenzione dell’ANSES (Agenzia nazionale francese per la sicurezza sanitaria e alimentare) e, soprattutto, del Parlamento Europeo.

L’ANSES, sulla base delle pubblicazioni Isde, ha istituito nel 2017 un gruppo di lavoro con l’obiettivo di riesaminare la letteratura disponibile sull’argomento. Il rapporto finale, pubblicato a novembre 2021, conferma  i rischi per la salute derivanti dall’ingestione di fibre libere di amianto con l’acqua potabile, “segnali” che suggeriscono “la possibilità di un’associazione”, sia in termini di incidenza che di mortalità, con i tumori maligni di esofago, stomaco e colon.

Notizia di rilievo è che il Parlamento Europeo ha recentemente approvato una mozione che contiene raccomandazioni specifiche sulla prevenzione primaria dei rischi da amianto ASSUNTO PER INGESTIONE.

Bruna Di Berardino

 

Articoli correlati

Lascia un commento

Back to top button
Notizie anzio, nettuno
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: