fbpx
AttualitàCastelli RomaniPolitica

Approvata in Città Metropolitana mozione Fdi per l’istituzione del tavolo permanente delle libere professioni

Nota stampa dell'Ing. Roberto Cuccioletta

“Esprimo grande soddisfazione per l’approvazione della mozione di Fratelli d’Italia per l’istituzione del Tavolo Permanente delle Libere Professioni” – dichiara in una nota Roberto Cuccioletta, Coordinatore Regionale del Dipartimento delle Libere Professioni del partito di Giorgia Meloni.

“Un traguardo significativo per Fratelli d’Italia, che riconosce l’importanza dei liberi professionisti quali protagonisti dello sviluppo. Una categoria spesso marginalizzata, che abbiamo da sempre sostenuto in molte battaglie. Il fatto che la nostra mozione sia stata votata all’unanimità del Consiglio Metropolitano inoltre, conferma la capacità della destra di interloquire nelle istituzioni, anche laddove non siamo maggioranza, affermando le nostre ragioni come patrimonio di tutti. Per questo ringrazio l’On. Marta Schifone, Responsabile nazionale del dipartimento libere professioni per avere interpretato al meglio i bisogni di tanti professionisti, facendo ancora una volta distinguere Fratelli d’Italia tra tutte le forze politiche per capacità di ascolto ed elaborazione, l’On. Alessandro Palombi che per primo presentò questa mozione, l’attuale Capogruppo a Palazzo Valentini Massimo Ferrarini, nonché l’On. Paolo Trancassini per l’attenzione mostrata da Coordinatore regionale di FdI verso queste categorie ed i consiglieri di centrosinistra che hanno bene compreso lo spirito della proposta”.

“L’approvazione in Consiglio Metropolitano di questa mozione – dichiara Massimo Ferrarini, Capogruppo FdI in Città Metropolitana – è frutto di un lungo ed approfondito lavoro, costruito insieme alle categorie ed ai territori, dato che in molte realtà locali è stata già adottata da numerosi Consigli Comunali”.

“Questo atto consiliare – aggiunge l’On. Alessandro Palombi – va a rimarcare l’impegno di Fratelli d’Italia su una tematica importante, che va ad affiancarsi al lavoro in corso presso la Commissione Giustizia della Camera, relativo all’equo compenso, ulteriore traguardo che stiamo perseguendo con forza e determinazione”.

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio
Notizie anzio, nettuno