fbpx
AttualitàEventiPoliticaPomeziaTerritorioUltim'ora

Pomezia, il 6 ottobre ricordata la giovane istriana Norma Cossetto

Torturata, violentata e gettata viva in una foiba dai partigiani comunisti slavi di Tito

Si è svolta il 6 ottobre presso la sede di Cultura e identità a Pomezia la V edizione dell’evento  “Una rosa per Norma Cossetto”, la manifestazione promossa in tutta Italia dal Comitato 10 Febbraio per onorare la memoria della giovane istriana, seviziata e uccisa dai partigiani comunisti slavi di Tito la notte tra il 4 e il 5 ottobre del 1943.

Una morte violenta, con tanto di torture, per poi essere gettata viva in una Foiba.

Alla conferenza hanno partecipato il sindaco di Pomezia Veronica Felici, il Senatore Andrea de Priamo, il deputato Massimo Milani, il presidente nazionale del comitato 10 febbraio Silvano Olmi con Alessandra Duma, presidente locale del comitato 10 febbraio, Rodolfo Serafini e Antonio Ballarin. Presente anche Edoardo Sylos Labini,  presidente di Cultura e Identità, e Francesco Petrocchi di Spirito Libero.

Una manifestazione condivisa che è andata oltre gli schieramenti partitici e ha goduto dell’apprezzamento di tutti i cittadini.

“Per questo – commenta l’organizzatrice Alessandra Duma – chiediamo all’amministrazione comunale di intitolare una via, una piazza o un giardino a Norma Cossetto, insignita della medaglia d’oro al merito civile. A sostegno di questa richiesta siamo pronti a avviare una raccolta di firme tra la popolazione”.

 

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio
Notizie anzio, nettuno