Editoriale del Direttore

ALLA FINE DELLE FIERA L’editoriale del. Direttore

Nello, Tommaso Germano, professore di diritto erede della sapienza di Gino Giugni, compagno di azioni epiche nella promozione sociale sportiva, tra AICS e FIDAL, con me e Oberdan La Forgia, a sostegno del primo Mennea, come scommessa possibile, contro l’apparente impossibile, è volato in Borea, raggiungendo Pietro e portando con se parte di quel suo vissuto riservato, ma in gran parte dispensato a studenti, lavoratori e sportivi, quasi fosse proconsole di quella ideale Fiera del Levante, che nella sua Città è distinguente bandiera. Prendendo esempio e spunto dal prof. Germano, penso che sarebbe giusto e opportuno poter fare bilanci di fine percorso, chiusi i battenti dell’intrapresa fieristica, che poi è quella del divenire, con continui aggiornamenti. Naturalmente, non intendo, per fine, conclusione, chiusura definitiva, ma quella necessaria pausa, in cui si dovrebbero poter tirare le somme e quindi pianificare la fase successiva. Beh, credo non ce ne sia mai stata una vera opportunità, da che il mondo è mondo animato dagli umani. In buona sostanza, non ci rendiamo conto che il bello è quello delle diretta e che stiamo recitando a soggetto, giorno per giorno, interpretando, anzi sostanzialmente improvvisando, di fronte ad incognite e variabili che rendono difficile la sfida, salvo che non se vogliano scorgere gli aspetti grotteschi o diversamente divertenti, che questa può riservare. In ogni caso, ogni questione può rivelare i suoi aspetti paradossali e suscitare i sentimenti migliori, come i peggiori. Per esempio, le notizie sul fronte pandemico ed economico seguono una curva conseguenziale al conflitto tra il rigore della profilassi e la sostenibilità del mantenimento di attività produttive, sociali, di servizio. Alla fine saremo più poveri, le nostre abitudini ne saranno condizionate, ma i rapporto tra vizi e virtù non verrà stravolto, come il sistema che continuerà a vivere di ritualità. E allora ? Allora, alla Fine della Fiera, della vita di ognuno di noi, rimane e rimarrà quella esemplificativa considerazione che solo al Sud sanno fa’ e che oggi io adatto alla bisogna: “ Chi ha avuto, ha avuto, ha avuto… Chi ha dato, ha dato, ha dato… Scurdámmoce ‘o ppassato, Simmo italiani paisá!

 

Articoli correlati

Back to top button
Notizie anzio, nettuno
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Adblock Detected