Senza categoria

Vittima mesotelioma Michelangelo Blanco: l’ONA tutela gli orfani

Vittima mesotelioma Michelangelo Blanco. Il Prof. Michelangelo Blanco ha lavorato, per tanti anni, presso il Comune di Siracusa. È deceduto per mesotelioma pleurico il 29.07.2016.

L’ONA ha assistito ed assiste i familiari, per fargli ottenere giustizia.

Mesotelioma della pleura: tumore delle fibre di asbesto

Le fibre di asbesto provocano il mesotelioma della pleura. Questo organo è costituito da due foglietti che avvolgono i polmoni e facilitano la respirazione. Le fibre di amianto provocano, innanzitutto, l’infiammazione e, poi, il cancro. Il mesotelioma della pleura, è il classico tumore dell’amianto.

Michelangelo Blanco: l’amianto nel Comune di Siracusa

L’Eco del Litorale ha intervistato la figlia di Michelangelo, Tiziana Blanco, che ha spiegato la storia del padre e l’impegno dell’Avv. Ezio Bonanni.

Infatti, Tiziana ha conosciuto l’Avv. Ezio Bonanni nel corso di un convegno ONA che si è tenuto a Siracusa nel febbraio del 2017. Fu in quel contesto che iniziò l’impegno dell’Avv. Ezio Bonanni a tutela dei familiari di Michelangelo Blanco.

In questo contesto, l’Avv. Ezio Bonanni ha, prima di tutto, dimostrato che le fibre di amianto sono cancerogene anche a bassa dose. Ha fatto, infatti, riferimento all’ultima monografia IARC e alla revisione del Consensus di Helsinki, che raccomanda il principio di precauzione. Sotto questo profilo, per il caso di Michelangelo, è mancata sia la prevenzione primaria che quella secondaria.

Michelangelo Blanco: azioni legali dell’Avv. Ezio Bonanni

L’Avv. Ezio Bonanni, nella qualità di legale degli orfani, ha costituito in mora il Comune di Siracusa con richiesta di risarcimento danni. In precedenza, aveva già attivato la procedura INAIL però, purtroppo, la vedova era venuta a mancare. Quindi, l’indennizzo INAIL non è stato liquidato.

In ogni caso, il Comune di Siracusa dovrà rispondere di tutti i danni subiti, sia dalla vittima primaria, che dai familiari. L’ONA ha istituito il servizio del parere legale gratuito, indispensabile per la tutela dei diritti delle vittime.

Nel caso che ci occupa, poiché il Comune di Siracusa non procede al risarcimento del danno, si procederà con l’azione di risarcimento.

La tutela legale ONA vittime amianto

Tutte le vittime dell’amianto sono assistite gratuitamente dall’Osservatorio Nazionale Amianto. Quello della tutela legale è un aspetto chiave delle finalità dell’ONA.

Michelangelo Blanco dirigente del Comune di Siracusa

Si tratta della vicenda del dirigente dell’ufficio elettorale del comune di Siracusa, andato in pensione nel 2003. Ben 42 anni di servizio lì dentro. Il prof Michelangelo Blanco è deceduto il 29.07.2016 a causa di un mesotelioma pleurico da amianto. Gli è stato diagnosticato l’anno prima, ma lui, già dal 2010, accusava disturbi che non sono stati ben valutati. Si parlava prima di acqua nei polmoni, perché nel 2010 ancora non si parlava tanto di mesotelioma.

I ritardi nella tutela sanitaria delle vittime amianto

Quindi, se già forse all’epoca i medici si fossero mossi, forse si sarebbe potuto salvare. C’è il problema della mancata applicazione della Legge Regionale Gianni. La mancanza della sorveglianza sanitaria. Nonostante che sia un obbligo di legge, stabilito dall’art. 259 Dlgs. 81/2008.

Quindi, il ritardo è stato fatale a Michelangelo.

Michelangelo Blanco e il suo lavoro

È la figlia Tiziana che risponde:

Papà aveva l’ufficio in una sede che doveva essere, inizialmente, 45 anni fa, provvisoria (garages). Invece, è rimasta quella e insieme all’ufficio anagrafe (anche oggi sta lì l’ufficio). Nel corridoio, ai tempi, ci si passava molto tempo. Non c’erano i computer, quindi, i faldoni erano erano nelle vetrine del corridoi era come se fosse stata un’altra stanza d’ufficio il soffitto del corridoi è in eternit.  Il soffitto è stato fatto apposta per questo ufficio. Evidentemente all’epoca quando hanno fatto l’ufficio hanno pensato di ricavare questo corridoi. Quando pioveva c’erano le infiltrazione e c’erano bacinelle per raccogliere l’acqua piovana. Quando il padre è morto i figli si sono mossi anche con perizie e con l’Avv Bonanni e accusando il comune di omicidio colposo“.

Vittima mesotelioma Michelangelo Blanco: il Comune nega

È arrivato in quell’ufficio negli anni 70. I condizionatori avevano la ventola dentro ed era con il motore dentro e l’ha avuto fino agli anni 80. Il fatto cge adesso non ci siano più questi attrezzi è difficile dimostrare la presenza dell’amianto. Sono determinati (lei ed il fratello) a proseguire per vie legali ed ottenere giustizia. Sono rimasti da soli i sindaci del tempo non sono intervenuti e invece i due fratelli sono rimasti soli e nessuno ha fatto nulla per loro.

Per seguire i genitori nella malatia dei genitori (la mamma è la SLA) ha lasciato la professione da fotografa. Il lavoro quando sono morti non ce l’aveva più e ora a 52 anni è senza lavoro. Il dolore devastante a livello fisico e psicologico è rimasta sola con tute le cose di famiglia e tutti i ricordi sola e senza lavoro (il fratello è a Milano). La situazione è drammatica. La cosa è stata terribile durante  e dopo.

La perizia da parte del comune è stata fatta ma il comune ha chiamato una ditta di Catania con 500 euro di spesa (osservatorio del mediterraneo di Catania). Ad ora di pranzo hanno lasciato un apparecchio e nel primo pomeriggio l’hanno portato via e alla luce di questo veloce controllo è risultato che gli uffici erano apposto.

Il tribunale e l’INAIL non hanno riconosciuto nulla, perché, nel frattempo, la vedova era deceduta.

L’impegno solo apparente della politica siciliana

Nel 2017 a Siracusa è stato sollevato un polverone con politici e articoli di giornale fino a quando la cosa è andata scemando. Però è gusto che un signore in giacca e cravatta da dirigente che ha lavorato in ufficio muoia per l’amianto. E passava tantissimo tempo in ufficio (specialmente nel periodo delle elezioni non tornava a casa nemmeno a dormire).

L’azione dell’ONA: richiesta di bonifica del SIN

Nel corso della conferenza stampa dello scorso 13.10.2020, l’ONA ha richiesto al Ministero dell’Ambiente, Gen. Sergio Costa, di affrontare il problema legato al Sito di Interesse Nazionale di Siracusa, Priolo, Melilli e Augusta. Infatti, in Sicilia, il numero di casi di malattie asbesto correlate è in continuo aumento. Ciò è stato denunciato dall’Avv. Ezio Bonanni nella pubblicazione Sicilia – il libro delle morti bianche“.

È opportuno rimarcare che la politica nazionale ha trascurato di affrontare il problema amianto in Sicilia. Il caso emblematico è quello di Calogero Vicario, coordinatore ONA Sicilia, che è intervenuto nel corso della conferenza stampa che si è tenuta lo scorso 13.10.2020. In quell’occasione si è insistito anche per la tutela delle vittime dell’amianto in Sicilia.

Amianto emergenza ambientale: Industrie Meccaniche Siciliane

L’emergenza ambientale in Sicilia è stata affrontata nel secondo episodio di ONA TV. In studio, l’Avv. Ezio Bonanni, Presidente ONA; l’On.le Pippo Gianni, Sindaco di Priolo Gargallo e componente del Comitato Tecnico Scientifico ONA e Calogero Vicario, coordinatore dell’ONA Sicilia.

 

Articoli correlati

Controlla anche
Close
Back to top button
Notizie anzio, nettuno
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Adblock Detected