fbpx
CronacaRomaTerritorio

Roma, potature via Nomentana: al via lavori su ultimo tratto

Conclusi a fine febbraio i lavori di potatura dei platani sul tratto di via Nomentana compreso tra Corso Trieste e viale XXI Aprile

Conclusi a fine febbraio i lavori di potatura dei platani sul tratto di via Nomentana compreso tra Corso Trieste e viale XXI Aprile, la sezione più lunga dei circa 4 chilometri complessivi interessati dall’intervento. Da lunedì 6 marzo si dà avvio alle potature del quarto e ultimo tratto, compreso tra viale XXI Aprile e via Batteria Nomentana-Tangenziale su cui insistono circa 200 alberature.

Anche per questa ultima fase saranno impiegati fino a 15 operatori tra potatori, personale a terra e addetti alla sicurezza del cantiere e alla segnaletica per la viabilità. Saranno utilizzati tre mezzi con bracci elevatori affiancati da un bobcat e un camion per il recupero dei rami tagliati. La conclusione degli interventi è prevista in 10 giorni lavorativi, quindi entro il 20 marzo prossimo, salvo eventuali condizioni di maltempo che possano compromettere la sicurezza degli operatori.

Il cantiere sarà costantemente seguito dagli agenti della Polizia Locale per regolare e agevolare il traffico veicolare. I servizi della mobilità comunicheranno le eventuali deviazioni dei mezzi del trasporto pubblico.

Si avvia a conclusione un intervento estremamente complesso, e atteso da oltre 20 anni, di potatura dei circa 600 platani di via Nomentana da Porta Pia a via Batteria Nomentana che va a completare quello già eseguito sul restante tratto fino al Grande Raccordo Anulare. Un’operazione che poteva essere svolta solo in questo periodo dell’anno, quando le basse temperature riducono i rischi di attacco dei platani da parte di funghi o altri patogeni e che si svolge con la supervisione di agrononomi che ne certificano la corretta esecuzione. Tutte le fasi dell’intervento sono state accuratamente pianificate dal Dipartimento Tutela Ambiente di concerto con la Polizia Locale di Roma Capitale, ATAC e il Municipio II. Per ridurre il più possibile i disagi e rispettare i tempi previsti, abbiamo richiesto il massimo impegno di uomini e mezzi all’impresa esecutrice. Che ha lavorato anche di sabato e in condizioni meteo non ottimali. Siamo consapevoli dei disagi che questi lavori comportano per le persone che vivono e lavorano nelle zone interessate e per tutte quelle che utilizzano un’arteria nevralgica della città. Ma si trattava di un intervento assolutamente necessario, per la potenziale pericolosità di alberature monumentali tanto a lungo trascurate e per mettere così in sicurezza una strada tanto importante e frequentata”. Queste le parole di Sabrina Alfonsi, assessora all’Agricoltura, Ambiente e Ciclo dei rifiuti di Roma Capitale.

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio
Notizie anzio, nettuno