fbpx
CronacaLitoraleRomaTerritorio

Pasqua: Ecoitaliasolidale, festeggiamo con l’agnello di marzapane invece di proseguire con la strage di agnelli

Anche quest’anno Ecoitaliasolidale invita gli Italiani a festeggiare la Pasqua senza dover realizzare una vera e propria strage di agnelli

Anche quest’anno Ecoitaliasolidale invita gli Italiani a festeggiare la Pasqua senza dover realizzare una vera e propria strage di agnelli, anzi come negli anni passati invitiamo a mangiare l’agnello di marzapane.

Nel nostro Paese ogni anno vengono macellati più di 2 milioni di agnelli,  di cui circa un quarto in occasione della Pasqua, mentre ne vengono importati quasi 500mila.

Non vi è mancanza di rispetto per la nostra identità o tradizione, vi è invece la volontà di difendere un gregge di oltre 6 milioni di pecore e di un milione di capre che deve poter rimanere destinato alla produzione di latte e quindi a tutti i prodotti che ne scaturiscono, come i formaggi che rappresentano una eccellenza del nostro Paese nel mondo.

Peraltro la provenienza degli animali in gran parte dai casi dall’est Europa, animali  spesso ancora non svezzati e  strappati alle loro madri a pochissime settimane di vita,  vengono trasportati con camion altamente sovraffollati per tragitti anche di alcuni giorni.  Nell’Unione europea, l’Italia è il primo importatore di agnelli vivi, davanti a Francia e Grecia.

Il nostro  messaggio è per l’ambiente, la sostenibilità e l’attenzione per gli animali soprattutto rivolto alle giovani generazioni. Senza estremizzare è un invito ad adottare  una sana alimentazione,  una dieta equilibrata con minor utilizzo di carne a tutto vantaggio della salute.

È quanto dichiarano in una nota Cinzia Caruso, Responsabile Dipartimento Difesa e benessere degli animali di Ecoitaliasolidale ed il Presidente, Piergiorgio Benvenuti.

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio
Notizie anzio, nettuno