fbpx
AttualitàCronacaCulturaRoma

Le monete della speranza: il segreto della fontana di Trevi

La Fontana di Trevi non è solo uno dei monumenti più celebri di Roma, ma rappresenta anche un simbolo di bellezza e arte nel cuore dell’Italia. Progettata dall’architetto Nicola Salvi nel XVIII secolo, questa fontana barocca cattura l’ammirazione di milioni di turisti ogni anno, grazie alla sua maestosa struttura e alle leggende che la circondano.

Tradizione e speranza: il lancio delle monete

Il rituale di lanciare monete nella Fontana di Trevi affonda le sue radici in antiche credenze e tradizioni. Secondo la leggenda più diffusa, chi lancia una moneta con la mano destra, passando sopra la spalla sinistra, è destinato a tornare a Roma. Questa usanza simboleggia non solo la speranza di visita alla città eterna, ma anche il desiderio di fortuna e amore per coloro che partecipano a questo gesto carico di significato. Di recente, questa tradizione ha catturato l’attenzione di testate internazionali quali Aljazeera e Reuters.

Echi di tradizione: usanze simili in altri monumenti italiani

Oltre alla celebre Fontana di Trevi, in Italia esistono molti altri luoghi in cui è possibile esprimere un desiderio mediante gesti simbolici, affondando le radici in tradizioni secolari.

  • Galleria Vittorio Emanuele II a Milano: Al centro della galleria si trova un mosaico raffigurante un toro. La tradizione vuole che toccare con il tallone destro le parti basse dell’animale e compiere un giro di 360 gradi porta fortuna. Questo rituale si deve eseguire dal 24 al 31 dicembre per essere valido.
  • Piazza Castello a Torino: Qui si trova un medaglione in bronzo raffigurante Cristoforo Colombo che regge un mappamondo. Fregare il mignolo che è messo in bella mostra invocherà la buona sorte.
  • La casa di Giulietta a Verona: Per attrarre la fortuna, è necessario toccare il seno destro della statua di bronzo di Giulietta, situata proprio sotto l’iconico balcone.
  • Palazzo Zingoli a Treviso: All’interno dei giardini c’è il busto di una donna; sfiorando il suo seno e concentrandosi intensamente sul desiderio che si vuole esprimere, questo diventerà realtà.
  • Pinacoteca Civica della Loggetta Lombardesca a Ravenna: Si dice che una ragazza che bacia sulle labbra la statua rappresentante il valoroso cavaliere Guidarello Guidarelli convolerà a giuste nozze entro l’anno.
  • Loggia del Mercato Nuovo a Firenze: La fortuna arriverà strofinando con una moneta il muso della statua del Porcellino e esprimendo un desiderio. Dopo aver baciato la moneta, bisogna farla cadere nella griglia sottostante; se ciò avviene, il desiderio diventerà realtà. Questo rituale può essere eseguito al massimo tre volte.
  • Fontana del Bargello a Gubbio: Qui, fare tre volte il giro della fontana alla presenza di un cittadino di Gubbio porterà buona sorte.
  • Cimitero delle Fontanelle a Napoli: Luogo di sepoltura delle vittime di varie pandemie, si dice che i resti possano fare miracoli. Una visita a questo luogo, tenendo stretto in mano un corno rosso, porterà fortuna.

Il destino delle monete: tra beneficenza e conservazione

Le monete lanciate nella Fontana di Trevi a Roma, oltre a portare con sé i desideri di amore, buona salute o ritorno nella Città Eterna, offrono aiuto concreto a persone che i turisti non incontreranno mai. Da secoli, i visitatori si recano alla fontana per esprimere un desiderio seguendo un rituale storico, senza pensare al destino delle loro monete. Oggi, le monete vengono raccolte e donate alla divisione romana della Caritas, un’organizzazione caritativa cattolica mondiale, che le utilizza per finanziare una banca alimentare, una cucina popolare e progetti di assistenza sociale. Nel 2022, Caritas ha raccolto 1,4 milioni di euro dalla fontana e si prevede che la cifra sia aumentata nel 2023. Cartelli intorno alla fontana informano che le monete saranno destinate alla beneficenza, un pensiero che rallegra molti turisti. La Fontana di Trevi, completata nel 1762, non solo è un gioiello architettonico di Roma ma anche uno strumento di sostegno per la comunità, dimostrando come la bellezza e la generosità possano convivere e arricchire la società.

Esprimere un desiderio: oltre la superstizione

Al di là della superstizione e delle leggende, il gesto di lanciare una moneta nella Fontana di Trevi rappresenta un momento di riflessione personale, un’intima occasione per fermarsi e esprimere un desiderio, non importa quale, che sia una casa nuova, un viaggio, un nuovo lavoro o una vincita in uno dei migliori casinò online aams o altro ancora. In un mondo frenetico, dove raramente ci si concede una pausa per riflettere sui propri sogni e aspirazioni, questo semplice atto assume un valore profondo, ricordandoci l’importanza di nutrire speranze e desideri per il futuro. Che La Fontana di Trevi, con le sue acque cristalline e le monete brillanti sul fondo, rimane così non solo un capolavoro architettonico, ma un simbolo vivente della capacità umana di sognare e sperare, un ponte tra passato, presente e futuro che continua a incantare e ispirare.

Informazioni sull’autore,

Luca Liberi, scrittore ed esperto di Igaming, coniuga la sua passione per il gambling e l’esperienza come copywriter per fornire recensioni oneste e consigli utili su casinò online su miglioricasinoonline.info. Vive a Roma e, grazie alla sua profonda conoscenza del settore, aiuta i lettori ad “abbracciare” un gioco consapevole.

Seguiteci sulla nostra pagina Facebook e su Ecopalletsnet

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio
Notizie anzio, nettuno