fbpx
Regione LazioSport

U.S. Latina, nerazzurri sconfitti 3-1 ad Avellino

Al Partenio-Lombardi di Avellino nella tredicesima giornata di campionato il Latina perde 3-1 contro l’Avellino e resta fermo in classifica a 16 punti. Un super Mokulu, autore di una doppietta, e Trotta nella ripresa regalano la vittoria ai campani. Ai pontini non basta il gol di Dumitru. Per Mario Somma, alla seconda panchina con i nerazzurri, arriva la prima sconfitta.

Al 6’ l’Avellino passa in vantaggio con Mokulu: l’attaccante congolose, servito da una sponda di Trotta, di testa supera Di Gennaro. Il Latina cerca la reazione e si rende pericoloso in due occasioni nel giro di pochi secondi: al 15’ prima Calderoni, con un sinistro dalla distanza, sfiora il palo; poi Dumitru, in area biancoverde, si coordina bene ma spara alto. Lo stesso Dumitru fa centro, invece, al 24’: assistito da una sponda di Olivera, l’attaccante nerazzurro lascia sul posto l’avversario diretto e, con un destro al volo, “fulmina” Frattali. Al 45’ i biancoverdi si portano di nuovo avanti, ancora con Mokulu: il numero 9 di casa anticipa Di Gennaro in uscita e firma il 2-1. Poi arriva il riposo.

La ripresa parte con un cambio nel Latina: non c’è Di Gennaro (infortunato), in campo Farelli. Al 6’ l’Avellino si porta sul 3-1: Trotta sfrutta un assist di Mokulu e, di piatto destro, supera Farelli. Doppio cambio al 13’: nell’Avellino D’Angelo prende il posto di Arini, nel Latina Corvia sostituisce Moretti. Al 16’ Tesser manda in campo anche Giron, al posto di Gavazzi. Al 20’ Frattali blocca a terra un destro da fuori di Brosco; al 26’ gol annullato a Dumitru per fuorigioco. Ultimo cambio biancoverde al 30’: esce Mokulu, dentro Zito. I nerazzurri giocano costantemente nella metà campo irpina senza, però, trovare la rete che riaprirebbe il match. Al 38’ ultimo cambio per il Latina: Jefferson prende il posto di Marchionni. Dopo 4 minuti di recupero al Partenio-Lombardi finisce con la vittoria dell’Avellino.

“Nel complesso abbiamo disputato una buona prestazione – ha dichiarato il tecnico nerazzurro Mario Somma – Personalmente la squadra a me è piaciuta più oggi che sabato scorso contro il Cesena. Subire gol nel finale del primo tempo e ad inizio ripresa ha rappresentato un uno-due micidiale che ci ha costretto ad uno sforzo enorme per recuperare il risultato; sforzo inutile per come è finita la gara. Abbiamo avuto le occasioni per riaprire la gara, ma non siamo stati bravi a sfruttarle. Ripeto che la prestazione è stata positiva – ha aggiunto Mario Somma – il risultato no: la nostra gara è stata condita da episodi caratterizzati da errori banali, dovuti a mancanza di cattiveria ed esperienza. Un episodio su tutti: non si può permettere a Gavazzi di liberarsi tra quattro giocatori e fare 50 metri palla al piede, perché cosi è nato il terzo gol dell’Avellino, quello che in pratica ha messo il match sui binari definiti. Questa sconfitta – ha concluso Somma – Non è arrivata per un problema di squadra, ma per errori risolvibili perché non posso pensare che giocatori di questo calibro possano commettere banalità del genere”.

AVELLINO-LATINA 3-1
Marcatori: 6’ e 45’ Mokulu, 24’ Dumitru, 6’ st Trotta

Avellino: Frattali, Nica, Biraschi, Chiosa, Visconti, Gavazzi (16’ st Giron), Arini (13’ st D’Angelo), Jidayi, Bastien, Trotta, Mokulu (30’ st Zito). A disp.: Offredi, Soumarè, Nitriansky, Insigne, Petricciuolo, Napol. All.: Tesser

Latina: Di Gennaro (1’ st Farelli), Baldanzeddu, Brosco, Dellafiore, Calderoni, Marchionni (38’ st Jefferson), Moretti (13’ st Corvia), Ammari, Olivera, Acosty, Dumitru. A disp.: Celli, Bruscagin, Scaglia, Regoli, Talamo, Mbaye. All.: Somma

Arbitro: Aureliano di Bologna. Assistenti: Calò di Molfetta e Bindoni di Venezia. Quarto uomo: Martinelli di Roma2
Ammoniti: Calderoni, Acosty, Olivera, Giron, Jefferson
Spettatori: 7000 circa di cui 500 ospiti

Massimiliano Gobbi

Articoli correlati

Controlla anche
Chiudi
Pulsante per tornare all'inizio
Notizie anzio, nettuno