fbpx
CalcioCalcio femminileRoma FemminileSport

La nona giornata della Serie A Femminile

Si è conclusa nel pomeriggio di ieri la nona giornata, che chiude il girone d’andata, della Serie A Femminile

Si è conclusa nel pomeriggio di ieri la nona giornata (che chiude il girone d’andata) della Serie A Femminile: anche quest’ultimo slot di partite non ha risparmiato emozioni, fra prime vittorie, pareggi e rimonte clamorose.

PARMA – JUVENTUS 1-2

Il Parma esce sconfitto in casa contro la Juventus campionessa d’Italia: le crociate passano in vantaggio grazie a un colpo di testa di Martinovic nel primo tempo, salvo poi farsi rimontare dalle bianconere fra il 92’e il 96’ minuto di gioco. Una conclusione precisa di Boattin e una di Gunnarsdòttir regalano i tre punti alla Juventus: importante comunque sottolineare la grande prestazione del portiere del Parma, Alessia Capelletti.

ROMA – SAMPDORIA 2-0

La Roma trionfa in casa contro una Sampdoria in piena crisi di risultati: una punizione di Giugliano e una conclusione di Haug permettono alle giallorosse di consolidare il primato in classifica in solitaria ai danni delle blucerchiate, la cui vittoria manca da settembre, ferme al sesto posto in classifica.

SASSUOLO – POMIGLIANO 2-1

Il Sassuolo conquista la prima vittoria della stagione contro il Pomigliano, passando in vantaggio con la bulgara Popadinova, al rientro in campo dopo un lungo infortunio: le campane pareggiano all’inizio del secondo tempo con la diciannovenne centrocampista Gallazzi, alla sua prima marcatura in Serie A, ma poi subiscono il rinnovato vantaggio delle neroverdi, a firma di Clelland.

FIORENTINA – INTER 0-0

La sfida fra la terza e la quarta in classifica termina a reti bianche, ma senza risparmiare emozioni: decisive in questo senso le prestazioni, superlative, di entrambi gli estremi difensori, la viola Schroffenegger e la nerazzurra Durante.

MILAN – COMO 3-3

Pareggio pirotecnico al Vismara dove il Milan si fa raggiungere dal Como dopo essere stato per gran parte di gara, in vantaggio per due reti: la doppietta di Thomas sembra incanalare la partita sui binari giusti per le rossonere, poi la lariana Karlernäs accorcia le distanze. Nel secondo tempo Fusetti firma il 3-1 rossonero, poi Tucceri Cimini sbaglia un calcio di rigore per il Milan e subito dopo il Como sigla il 3-2 con un colpo di testa di Beccari: nel pieno del recupero Bergamaschi spinge in area Hilaj e manda dl dischetto il capitano delle lariane Rizzon, che si fa parare il rigore da Giuliani, ma poi di testa ribadisce in rete. La sfida termina quindi 3-3, con il Como che guadagna il suo secondo punto in trasferta, mentre il Milan si distanzia dal quarto posto.

 

Al termine del girone d’andata, la classifica è la seguente:

Roma 24 punti

Juventus 20

Fiorentina 19

Inter 18

Milan 13

Sampdoria 10

Pomigliano 7

Sassuolo 6

Como 6

Parma 4

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio
Notizie anzio, nettuno