fbpx
Calcio

La Juventus del futuro: possibili due rinnovi importanti

In una stagione segnata da risultati altalenanti in campo e pressioni extra calcistiche, la Juventus cerca di delineare il progetto del futuro prossimo. Se il programma Next Gen sta portando a galla talenti di cui la prima squadra ha usufruito a più riprese, è arrivato il momento di disegnare i contorni della Vecchia Signora della stagione che verrà.

Molti dubbi su Paredes

Il giocatore del Paris Saint-Germain, arrivato in prestito la scorsa estate, non ha convinto i vertici bianconeri per numerose fonti. C’è chi si spinge anche oltre: per Nicolò Schira non verrà riscattato a favore del rientro alla base di Nicolò Rovella, attualmente al Monza. Un’operazione che in un colpo solo ringiovanisce tale ruolo e snellisce la spesa degli stipendi: il campione del mondo percepisce infatti 7 milioni di euro, circa sei volte quello che guadagna il giovane italiano. Nel caso risultassero fondate le voci di un litigio dell’argentino con Allegri (con cui si sarebbe poi scusato), la distanza tra la Juventus e Paredes sarebbe ancora più incolmabile.

L’attaccante che non ci si aspettava

Arkadiusz Milik, atterrato a Torino quasi in sordina rispetto ad altri nomi, è un giocatore che la società vorrebbe tenersi stretta. Romeo Agresti afferma che la punta di 29 anni rientra nei piani bianconeri e il suo agente, David Pantak, sia atteso settimana prossima in città. Con uno stipendio da 3,5 milioni e un riscatto di appena 7 per garantirne la permanenza, la Juventus ha intenzione di tenerlo in squadra e pagare il Marsiglia.

Di María si è convinto

Si arriva ad uno dei calciatori più chiacchierati in ottica futura. La Juventus è decisa verso il rinnovo di Ángel Di María. L’obiettivo è quello di chiudere in fretta la trattativa per evitare inserimenti improvvisi di altre società. Stando a ciò che riporta la Gazzetta dello Sport, l’esito del primo incontro tra le due parti è stato positivo. Insomma, sembrano lontani i tempi in cui si parlava di un argentino svogliato e con il solo scopo di preparare al meglio il Mondiale. El Fideo pare trovarsi bene a Torino e spesso ha ripetuto quanto il benessere della sua famiglia conti nelle sue decisioni. E la città piemontese soddisfa a pieno questo requisito.

Seguiteci sulla nostra pagina Facebook e su Ecopalletsnet.

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio
Notizie anzio, nettuno