fbpx
PoliticaUltim'ora

Giorgia Meloni: “Abbiamo perso in Sardegna, è Quaresima e non posso bere…”

(Adnkronos) – “Ci si aspetta da me in questa sede un intervento leggero, io non ero leggera manco a 15 anni, figuriamoci se riuscirò ad esserlo oggi, che abbiamo perso le elezioni in Sardegna ed è pure Quaresima, non posso nemmeno affogare i miei dispiaceri nell’alcol. Be’, è andata così..”. Così la presidente del Consiglio Giorgia Meloni, incontrando i corrispondenti della stampa estera, scherza sulla sconfitta nelle elezioni regionali in Sardegna. “Sono una persona che ha speso due terzi della propria esistenza nell’impegno politico e ancora adesso la considero la più straordinaria forma di impegno civile che esista. Non amo stare dove sono e, proprio per questo, potrei rimanerci più degli altri”, aggiunge nell’intervento. “Non ho realizzato nessuno dei miei sogni: volevo fare la cantante ma sono stonata, volevo giocare a pallavolo ma sono una nana, volevo incontrare Michael Jackson ma è morto troppo presto, non era nei miei sogni fare il presidente del Consiglio”, prosegue. “Vi ringrazio per il buon auspicio, perché solo dopo avermi invitato a questa cena mi avete detto che, prima di me, avevate avuto ospite Mario Draghi e dopo due giorni il suo governo è caduto. Gli avete portato una sfiga senza precedenti, io ora cercherò di allontanarmi prima possibile per rimanere un pochino a governare questa nazione”, prosegue.  “Ne approfitto per scusarmi e farvi i complimenti, non conoscevo molte attività che portate avanti, il racconto molto completo della realtà italiana che voi raccontate, mi sono già iscritta al settore vino e mangiare…. Complimenti anche per la vostra nuova sede, non so cosa pensi da lassù Silvio Berlusconi, che questa banda di comunisti, come la chiamava lui, si trasferisce e Palazzo Grazioli, ma sono casi della vita, succede…”, dice ancora.  —politicawebinfo@adnkronos.com (Web Info)

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio
Notizie anzio, nettuno