Serie A, Roma-Sassuolo 2-1: El Shaarawy fa esplodere di gioia Mourinho e l'Olimpico - L'Eco Del Litorale | Notizie online


copertina

Serie A, Roma-Sassuolo 2-1: El Shaarawy fa esplodere di gioia Mourinho e l’Olimpico

(MeridianaNotizie) Roma, 12 settembre 2021 – La Roma regala una splendida vittoria ai propri tifosi e al suo allenatore José Mourinho che festeggia in curva sud la sua panchina numero 1000. Nella terza giornata di campionato la squadra giallorossa batte il Sassuolo 2-1 e resta a punteggio pieno in vetta alla classifica insieme a Napoli Milan. All’Olimpico i giallorossi sbloccano il match con Cristante (37′), poi Djuricic (57′) nella ripresa pareggia i conti. Nel recupero El Shaarawy decide il match con una perla al 91′.

All’Olimpico è la Roma a iniziare meglio la partita cercando il possesso di palla con la mediana con un Sassuolo che invece ripartiva dagli esterni per provare a sorprendere la difesa giallorossa  scavalcando il centrocampo con i lanci in verticale. Pescato di tacco in area da Raspadori, Berardi prima impegna Rui Patricio di sinistro, poi segna di destro, ma Sozza annulla tutto con l’aiuto del Var. Poi Abraham spedisce a lato di poco con una bella girata di prima. Al 37′ arriva il gol del vantaggio giallorosso con Cristante: da calcio di punizione Pellegrini imbecca il con un passaggio rasoterra in profondità, Bryan che davanti a Consigli  realizza il gol del vantaggio, 1-0. Uno schema, riuscito alla perfezione.

Nella ripresa il Sassuolo sostituisce Raspadori con Scamacca. Cambia il peso in attacco per la formazione neroverde. Al 55’ conclusione insidiosa di Scamacca dalla distanza sul primo palo, Rui Patricio sicuro in angolo. Al 57’ il Sassuolo trova il pareggio con Djuricic, di piatto sottomisura su assist di Berardi. Al 59’ la Roma va vicina all’immediato nuovo sorpasso.Prima Pellegrini incrocia da solo, Consigli respinge. Sul rimpallo arriva Abraham, ma coglie il palo. Al 62’ altra chance per Pellegrini liberato da Abraham, la sua conclusione è deviata in angolo da Chiriches. Al 68’ Rui Patricio è decisivo in uscita su conclusione di Berardi a botta sicura. Al 73’ altro assolo di Pellegrini, scarta un paio di uomini, poi da buona posizione manda alto. Al 78’ di nuovo Rui Patricio dice no, stavolta a Boga solo davanti a lui. Al 81’ risponde la Roma, Vina liberato al tiro da Perez, Consigli la tiene là davanti, Abraham corregge ma non in rete. Peccato. Al 87’ palo del Sassuolo con Traore con un destro dai venti metri. Al 88’ Shomurodov di sinistro manda all’angolino, ma Consigli respinge. Sembra una partita stregata. Ma non è così. Al 91’ quasi dal nulla, El Shaarawy trova il guizzo decisivo. Sponda di Shomurodov, destro magico a giro del Faraone, la palla prima accarezza il palo e poi finisce in rete. Esultano tutti sotto la Sud, Mourinho pure. La partita non finisce, a pochi istanti dalla scadere Scamacca trova il gol del pareggio, ma viene annullato per fuorigioco. Finisce la partita, la Roma vince ma con fatica.

“In settimana sono stato bugiardo con me stesso, avevo detto a tutti che non era una partita speciale, invece lo era – commenta a fine gara l’allenatore giallorosso Josè Mourinho –  questa partita aveva un numero  veramente speciale per me (1000 partite) che sicuramente ricorderò fino all’ultimo giorno della mia vita . Io non volevo una sconfitta, e avevo una paura tremenda di avere questa memoria. Ho mentito a tutti. Ho provato delle sensazioni incredibili”. “Oggi sarebbe potuta finire 6-6 o 7-7, potevano vincere loro 2-1, negli ultimi minuti Rui ha compiuto due o tre parate incredibili e noi abbiamo sbagliato due o tre gol a porta vuota – ha aggiunto Mourinho –  Per lo spettatore neutrale, è stata una gara assolutamente straordinaria, con sensazioni pazzesche. Oggi non avevo 58 anni, ma 10, 12 o 14 anni, quando inizi a sognare una carriera nel calcio: la mia è stata la corsa di un bambino. E mi sono scusato con Dionisi. Ho fatto i complimenti a lui e ai suoi giocatori: hanno fatto una partita fantastica. Abbiamo vinto noi, ma se avessero vinto loro non avrei avuto niente da dire”.

ROMA-SASSUOLO 2-1
Roma (4-2-3-1): Rui Patricio 7; Karsdorp 6,5 (44′ st Reynolds sv), Mancini 6, Ibanez 6, Vina 6,5; Cristante 7, Veretout 6 (29′ st Carles Perez 6); Zaniolo 6 (29′ st Shomurodov 6), Pellegrini 7, Mkhitaryan 5,5 (25′ st El Shaarawy 7,5); Abraham 6.
A disp.: Boer, Fuzato, Smalling, Villar, Calafiori, Borja Mayoral, Diawara, Darboe. All.: Mourinho 7
Sassuolo (4-2-3-1): Consigli 6,5, Toljan 6, Chiriches 6,5, Ferrari 6,5, Rogerio 6; Frattesi 6,5 (39′ st Ayhan sv), M. Lopez 6; Berardi 6,5 (37′ st Defrel sv), Djuricic 5,5 (39′ st J. Traore 6,5), Boga 6,5 (44′ st Kyriakopoulos sv); Raspadori 5 (1′ st Scamacca 6,5).
A disp.: Pegolo, Goldaniga, Magnanelli, Peluso, Muldur, Harroui, Henrique. All.: Dionisi 5,5
Arbitro: Sozza
Marcatori: 37′ Cristante (R), 12′ st Djuricic (S), 46′ st El Shaarawy (R)
Ammoniti: Ibanez, Cristante (R); Chiriches (S)
Espulsi: –

Foto: A.S. Roma





Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi