Ardea, accordo di fine consiliatura tra Partito Democratico e M5S - L'Eco Del Litorale | Notizie online


ardea

Ardea, accordo di fine consiliatura tra Partito Democratico e M5S

Nella riunione del Consiglio Comunale di Ardea del 28 aprile 2021 è stata normalmente presentata, dai rispettivi capigruppo, la dichiarazione d’intenti per un Accordo di fine Consiliatura tra il Movimento 5 Stelle e il Partito Democratico di Ardea. Il Movimento 5 Stelle, anticipando il cambiamento politico regionale e nazionale, già da tempo ha aperto e avviato un costruttivo rapporto di collaborazione con il Partito Democratico, pervenendo a buoni e tangibili risultati. Per imprimere un passo più spedito alla parte finale della consiliatura, nell’esclusivo interesse della comunità ardeatina, i due schieramenti hanno inteso prendere le distanze dalle pratiche amministrative clientelari dell’ultimo quarantennio e hanno scelto la condivisione di obiettivi generali d’interesse pubblico.

La prima parte del mandato M5S è stata caratterizzata da un sofferto e profondo lavoro di risanamento e di riorganizzazione della macchina amministrativa, a cui non ha giovato l’eredità di debiti consistenti nella ragguardevole cifra 22 milioni di euro. Ciò nonostante sono stati affrontati e risolti delicati nodi, quali il turn-over della classe dirigente, l’avvio dei concorsi pubblici, la digitalizzazione e la formazione professionale, la ricollocazione in nuovi edifici degli uffici comunali. Non meno importante è stata l’introduzione di una gestione dei tributi affidata all’esterno e la soluzione dell’annoso problema degli usi civici nei 706 ettari delle Salzare.

Il commento del primo cittadino Mario Savarese 

“Terminata la fase più difficile e delicata – ha dichiarato il Sindaco Savarese – è arrivato il momento di presentare alla nostra Comunità il nutrito pacchetto di misure di
forte impronta prospettica su cui insieme abbiamo lavorato. Si tratta di 22 opere pubbliche concrete e in avanzata fase progettuale di realizzazione che presto si concretizzeranno con
l’apertura dei cantieri”.

Faranno parte del rapporto programmatico dei due schieramenti altre novità sostanziali scaturenti dall’ulteriore impulso al dialogo e dal proficuo rapporto regionale con la giunta Zingaretti; questa ulteriore fase sarà oggetto di divulgazione a partire dall’apposita conferenza stampa della quale si fornirà tempestiva notizia.

Alessandro Mari (PD): “Un cambio di passo per Ardea”

“Non ce lo possiamo nascondere: negli ultimi 30 anni il comune di Ardea è stato governato dalla destra e spesso si è perso di vista il bene pubblico come fine della vita amministrativa. Per tutti questi anni noi che abbiamo cercato di animare il campo democratico e progressista siamo rimasti al palo, fermi nell’incapacità di fare sintesi tra le nostre posizioni, soccombenti davanti ad una politica che non volevamo assecondare. Poco più di un anno fa ho lanciato un appello all’amministrazione comunale di Ardea per avviare un cambio di passo nel governo cittadino che mettesse al centro le vere priorità per il nostro territorio: opere pubbliche, servizi primari, strade, parchi pubblici, piazze.
Investimenti che definiscono una città, che la fanno essere accogliente e a misura di cittadino.
Ciò che è successo in questo ultimo anno rappresenta invece per me una novità politica che non dobbiamo più sminuire: giorno dopo giorno, tra incomprensioni e piccole soddisfazioni quotidiane, abbiamo visto allinearsi le prospettive sullo sviluppo della città. Non è stato semplice (anche per ingerenze esterne che ancora oggi tentano di calunniare il nostro operato) ma in questi mesi il partito Democratico, che ho l’onore di rappresentare in questa Aula, ha saputo mettersi in gioco, anche grazie al lavoro dei nostri dirigenti politici, e costruire una visione che ci facesse finalmente sentire utili ai nostri concittadini. Un lavoro di proposta e di dialogo che oggi possiamo trovare, nero su bianco, su un programma di fine legislatura che abbiamo voluto scrivere insieme e che, soprattutto, realizzeremo insieme.
Ben prima che il Partito Democratico ed il Movimento 5 Stelle chiudessero un’alleanza che oggi sembra avere prospettiva stabile nel Paese, qui ad Ardea abbiamo avviato un confronto con il Sindaco Savarese ed i colleghi del partito di maggioranza. Ci siamo seduti e abbiamo messo sul tavolo i progetti concreti che servivano ad Ardea e le conoscenze, e le competenze, che potevano aiutarci a realizzarli. Non posso qui dimenticare l’incredibile lavoro fatto dalla regione Lazio, dal Presidente Zingaretti e dal consigliere regionale Rodolfo Lena, per riaprire un dialogo con l’ente e portare investimenti alla nostra città. Lavoro rafforzato, oggi, anche grazie alla presenza in Giunta della consigliera Valentina Corrado.
Il 2021 ed il 2022 dovranno essere ricordati come gli anni del riscatto per la città ed i cittadini, il bilancio che oggi discutiamo contiene tutti gli elementi e gli investimenti per un vero cambio di passo: torneremo ad investire in opere pubbliche e nei servizi alla persona per completare un programma di rinascita.
Non è più il momento di tergiversare, ora dobbiamo rimboccarci le maniche e lavorare, giorno dopo giorno, per la nostra Ardea. La vogliamo più bella e più giusta, al passo con i tempi e capace di migliorare la qualità della vita dei cittadini. Abbiamo le idee giuste e le persone migliori per farlo. Partito Democratico e Movimento 5 Stelle, insieme alle liste civiche che hanno accompagnato fino ad oggi il nostro percorso, saranno all’altezza delle aspettative dei cittadini!”. Cosi in una nota il commento del consigliere comunale Alessandro Mari.





Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi