AnzioMondoRoma Capitale

Anzio, in progettazione l’illuminazione del parco archeologico e la ristrutturazione del museo civico archeologico

In corso di definizione l’ambizioso progetto di illuminazione artistica alle Grotte di Nerone ed al Parco Archeologico di Anzio. Il Sindaco De Angelis: “Durante l’inverno anche i lavori per la nuova Riviera Mallozzi e la ristrutturazione del Museo Archeologico” 

Ad Anzio le rinomate Grotte di Nerone, adiacenti la spiaggia e l’intera area del Parco Archeologico della Villa, realizzata dall’Imperatore stesso, ultimati i sopralluoghi tecnici dell’ufficio comunale alla pubblica illuminazione e della squadra tecnica di Engie, coordinata da un team di architetti, saranno oggetto di un ambizioso intervento di illuminazione artistica che valorizzerà, sia dal mare che da via Fanciulla d’Anzio, il più importante sito storico cittadino. La nuova opera, eseguita dalla società Engie su indirizzo dell’Amministrazione De Angelis, sarà a costo zero per la Città di Anzio.

“La nuova illuminazione artistica all’intera area della Villa di Nerone, – afferma il Sindaco, Candido De Angelis – si aggiunge al restyling della Riviera Mallozzi, all’imminente avvio dei lavori per la ristrutturazione del Museo Civico Archeologico, attualmente in fase di gara, al completamento dell’ultimo tratto dei marciapiedi, della pista ciclabile e dell’illuminazione lungo la litoranea, ai nuovi marciapiedi lungo Viale Severiano  ed all’ammodernamento dell’area parcheggio La Piccola, entrata finalmente a far parte del patrimonio pubblico della Città di Anzio. Insieme ai numerosi interventi per migliorare il look cittadino, che saranno tutti ultimati nel corso dell’inverno, – conclude il Sindaco De Angelis – abbiamo stanziato le risorse necessarie per proseguire con le opere in tutti i quartieri del territorio, con la manutenzione straordinaria delle strade, delle condotte e della pubblica illuminazione”.    

Articoli correlati

Back to top button
Notizie anzio, nettuno
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: