Anzio, Sit-In “La Puzza ci Ammazza” Il commissariato di polizia ha comunicato ufficialmente 150 partecipanti alla questura di Roma - L'Eco Del Litorale | Notizie online


anzio

Anzio, Sit-In “La Puzza ci Ammazza” Il commissariato di polizia ha comunicato ufficialmente 150 partecipanti alla questura di Roma

 

.

 

Gli organizzatori, Sonia Federico e Silla Lorenzo: “Vorremo ringraziare tutti coloro che hanno aderito alla manifestazione pacifica.
In primis Marco Cacciatore, consigliere regionale, per la sua preziosa presenza e il suo sostegno. Le rappresentanti di classe, le mamme, i piccoli bambini presenti, le maestre, i nonni, dei piccoli alunni della vicina scuola Spalviera. I Comitati, No Miasmi Acea Kiklos, Consorzio Casello 45 Aprilia Anzio Nettuno, Comitato Bella di Aprilia, Comitato Tutela Ambiente e salute pubblica, UPA.
Le forze politiche Apa, Movimento 5 stelle, PD, PRC Anzio. Le forze dell’ordine presenti, che dal primo all’ultimo ci hanno fatto sentire la loro vicinanza, perché nonostante la mascherina l’aria era irrespirabile.
E soprattutto tutti i comuni cittadini esasperati dalle forti esalazioni odorigine che sono costretti a subire a tutte le ore del giorno. Ci colpisce molto e ci dispiace, leggere su internet nelle ultime ore, di tentativi di sminuire tale iniziativa, per numero di partecipanti e per una *non* corretta informazione di ciò che sta avvenendo nell’estrema periferia di Anzio.
Diciamo la verità fosse anche sceso in strada “UN SOLO CITTADINO” avrebbe avuto gli stessi diritti di tutti gli altri.
Il diritto di non subire miasmi, il diritto di essere tutelato, il diritto di essere ascoltato, il diritto di respirare.
Tante le persone che a fine manifestazione ci hanno dimostrato i loro disagi per questi cattivi odori.
Cosa chiediamo?
Chiediamo un costante monitoraggio delle emissioni odorigine, chiediamo il diritto a respirare.”

Il comunicato del Sindaco di Anzio massima autorità come previsto dalla norma di legge di igiene e sanità pubblica: 

“Il Sindaco di Anzio, Candido De Angelis, sull’impianto biometano di Padiglione: “Al momento, dai controlli dell’Arpa e della Polizia Locale, sollecitati soltanto dal sottoscritto, nulla di significativo è stato rilevato. Anche con lo 0,1 % di rischio, per la salute di una sola persona, pronto ad adottare qualunque atto utile a tutela della salute dei miei concittadini”

“La salute dei cittadini e dei residenti al quartiere Sacida – Padiglione, per quello che mi riguarda, anche in assenza di manifestazioni contrarie di protesta, ha l’assoluta priorità su qualunque altra scelta amministrativa. La Polizia Locale, nei giorni scorsi, ha effettuato un sopralluogo ed una verifica sul sito, non evidenziando problematiche particolari. L’Arpa, sollecitata dal sottoscritto, si è recata sul posto e non ha rilevato nulla di significativo. Auspico l’intervento del NOE e di tutti i vari Enti preposti, compresa la Regione Lazio, che ha autorizzato la centrale, per i controlli rispetto alla salubrità dell’aria ed a qualunque altra variabile che possa, anche con lo 0,1% di possibilità, recare un danno alla salute di una sola persona. In caso di problematiche, che al momento non sono state ufficialmente rilevate, sono pronto ad adottare qualunque atto utile a tutela della salute dei miei concittadini”.

Lo ha affermato il Sindaco di Anzio, Candido De Angelis, in riferimento all’impianto biometano di Padiglione, entrato in funzione ad inizio anno.





Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi