Incendio Aprilia, l'ONA pronta a promuovere una class action - L'Eco Del Litorale | Notizie online


Ambiente

Incendio Aprilia, l’ONA pronta a promuovere una class action

Incendio Aprilia LOAS

Aprilia, l’ONA vi invita alla manifestazione: tuteliamo 2.0

L’ONA e l’Avv. Ezio Bonanni si schierano ancora una volta al fianco dei cittadini contro il rischio incendi che si continuano a verificare ad Aprilia e nelle città limitrofe. Per questi motivi, il Presidente ONA interverrà nel corso della manifestazione “Tuteliamo 2.0”.

L’evento ha luogo sabato 5 settembre alle ore 15:30 presso Piazza Roma di Aprilia.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Incendio Aprilia: l’ultimo di una lunga serie di roghi

L’ultimo incendio (incendio Aprilia), quello divampato lo scorso 9 agosto all’interno dello stabilimento LOAS, ha inquinato e contaminato tutto l’ambiente circostante. A partire dall’aria, l’acqua e il suolo, ma questo è solo l’ultimo dei tanti episodi di rischio che hanno danneggiato i cittadini di Aprilia e del nord della provincia di Latina.

È necessario un intervento concreto ed incisivo, che debelli categoricamente la possibilità a questi eventi di ripetersi. Necessità più volte sottolineata dall’Osservatorio Nazionale Amianto che in questa occasione affianca l’impegno di altri comitati cittadini.

L’incendio dello scorso agosto rappresenta solo l’ultimo disastro ambientale esploso sul territorio pontino. L’episodio riporta alla luce un’altra vicenda triste e contorta, quella dell’incendio che ha coinvolto nel maggio 2017 lo stabilimento Eco X di Pomezia.

Anche in quell’occasione l’Avv. Ezio Bonanni ha combattuto accanto ai cittadini spaventati dal rischio di contrarre danni da inquinamento ambientale.

Necessaria una class action per tutela e risarcimenti

Come già anticipato, oltre all’ONA sono impegnati in questa causa anche la Pontina Ambiente e Territorio, con il suo coordinatore Giorgio Libralato, il Comitato Tutela Ambiente e Salute Pubblica e la sua coordinatrice Ilenia BoraceLa Città degli Alberi coordinata da Gianni Battistuzzi, e i comitati di quartiere.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Gli obiettivi su cui comitati e associazione insistono sono:

  • continuare la raccolta delle adesioni per class action disastro ambientale;
  • educare alla riduzione dei rifiuti;
  • sollecitare l’intervento della Commissione Parlamentare d’Inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti e sugli illeciti ambientali ad esse correlate;
  • verificare il rispetto delle normative ambientali e degli impianti insalubri;
  • chiedere l’avvio di uno studio epidemiologico e approfondito con dati aggiornati e screening.

Oltre alla costituzione di una vera e propria CLASS ACTION, attraverso la quale sarà possibile accedere ai servizi di assistenza gratuita ONA.

È importante tutelare i cittadini esposti all’incendio Aprilia

L’avv. Ezio Bonanni sottolinea la necessità di tutelare i cittadini esposti ad inquinamento ambientale. Questo perché negli abitanti delle zone limitrofe potrebbe manifestarsi una condizione di particolare stress ambientale.

Secondo il dipartimento di tutela psicologica dell’ONA, coordinato dal Prof. Francesco Pesce, e di cui fa parte anche il Dott. Alessandro Ruta, si manifestano: timore di ammalarsi, ipocondria, disturbi cognitivi, nevrosi e idee ossessive, sintomatologie psicosomatiche, depressione, disturbi di attacchi di panico, riduzione delle ore di sonno, abbattimento delle capacità del sistema immunitario, problemi cardiocircolatori, ecc..

Questi pregiudizi si aggiungono ai danni biologici e morali già presenti nelle vittime.

Servizi di assistenza gratuita ONA

L’Osservatorio Nazionale Amianto offre a tutti i cittadini la possibilità di accederei ai suoi servizi di assistenza medica e tutela legale gratuita. Per saperne di più basta dare un’occhiata al Giornale Sull’Amianto e all’apposita sezione sui servizi di assistenza.

incendio aprilia risarcimento





Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi