AnzioMondoRoma Capitale

APA “PROGETTO LAVINIO”: MAI RASSEGNARSI AL BRUTTO

Grande partecipazione ieri a Lavinio Stazione per la presentazione a cura dell’associazione “Alternativa per Anzio” di un progetto di riqualificazione del quartiere che va dalla piantumazione di Via di Valle Schioia alla realizzazione di una piazza.

Nonostante il sole cocente i cittadini di Lavinio hanno risposto con interesse e partecipazione.

Valentina Caprari Presidente della associazione ha presentato l’evento, Luca Brignone consigliere comunale di “Alternativa per Anzio” ha coordinato gli interventi degli invitati ponendo l’accento sulle ragioni che hanno fatto sì che fossero presenti alla iniziativa Don Vittorio parroco del Centro Ecumenico di Lavinio, le Dirigenti scolastiche dei due Istituti Comprensivi presenti sul territorio, tutti in qualità di rappresentanti di istituzioni il cui ruolo è quello di promuovere la cultura, formare nuove generazioni e tenere unita la comunità.

Don Vittorio ha portato la voce di una comunità che intende ritrovarsi e ha sottolineato la necessità di uno spazio fisico di incontro per il quartiere come una piazza. La Dirigente Dott.ssa Maria Teresa D’Orso ha posto l’accento sulla mancata programmazione di interventi che riguardano il nostro quartiere ivi compresa la scuola, da osservatrice “privilegiata” ha raccontato come negli ultimi anni sempre più spesso la scuola fa fatica a far fronte alla bruttezza cui sta scivolando il nostro quartiere. La Dirigente Dott.ssa Grazia Di Ruocco ha evidenziato come siano necessari spazi comuni per facilitare la qualità della socializzazione e di come la scuola tenti in ogni modo di aprirsi alla comunità mettendo a disposizione i propri spazi, ha evidenziato altresì l’importanza della massima condivisione del progetto da parte di tutti i cittadini e le istituzioni.

Un grazie particolare all’Architetto Sara Di Felice ed all’Ingegnere Andrea Cipollone che hanno presentato il progetto sul quale hanno lavorato con impegno e passione per il proprio quartiere.

Infine, l’intervento di Tiziana D’Alfonso commerciante di zona, residente nel quartiere, nonché parte attivissima dell’Associazione, la cui testimonianza è arrivata ai presenti in modo chiaro e sincero.

Ieri è stata posta la prima pietra per il “Progetto Lavinio”, entro l’autunno verranno raccolte le firme necessarie per presentare in Consiglio Comunale come previsto da Statuto una proposta di iniziativa popolare.

Si ringraziano tutti i partecipanti, tutti i commercianti che hanno inteso contribuire alla iniziativa.

Auspichiamo che possa diventare una iniziativa pilota per il riscatto di tutte le periferie del nostro territorio.

Articoli correlati

Back to top button
Notizie anzio, nettuno
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: