Giornata mondiale senza tabacco 2020 - L'Eco Del Litorale | Notizie online








Comunicati Stampa

Giornata mondiale senza tabacco 2020

Giornata mondiale senza tabacco 2020: ECOITALIASOLIDALE la ha
celebrata ad Ostia Antica con una iniziativa congiunta con il Comitato
di Quartiere per ripulire dalle “cicche” spazi verdi, insieme ai
cittadini. Raccolte una tonnellata e mezzo di rifiuti.

I danni che il fumo di sigaretta arreca all’organismo umano sono da
tempo noti, per questo invitiamo a non fumare soprattutto a partire
dai giovanissimi. Lo diciamo da anni partendo dal 31 maggio quando in
tutto il mondo si celebrata la Giornata Mondiale senza tabacco, ma il
nostro appello prosegue ogni giorno.

Fumare nuoce gravemente la salute, ma nuoce di più nei tempi di
Covid-19. È il monito dell’Istituto superiore di sanità (Iss) a tutti
coloro che non riescono a perdere il vizio del tabacco. Proprio in
questo periodo di Covid si sta accertando come risulta un aumento
significativo del rischio di almeno tre volte di sviluppare polmonite
severa da Covid-19 in pazienti con storia di uso di tabacco,  rispetto
ai  non fumatori.  Studi che ipotizzano anche un maggiore tasso di
letalità riscontrata negli uomini in questa pandemia, proprio per la
maggiore propensione del genere maschile nell’utilizzo del fumo da
sigarette.

Secondo i dati ISTAT, in Italia i fumatori, tra la popolazione di 14
anni e più, sono poco meno di 10 milioni. Si stima che siano
attribuibili al fumo di tabacco oltre 93 mila morti l’anno nel nostro
Paese; più del 25% di questi decessi è compreso tra i 35 ed i 65 anni
di età.

Nel nostro Paese si è fatto molto per contrastare la diffusione del
fumo , vi è da ricordare come il  10 gennaio 2005, entrava in vigore
la legge
3/2003, la legge
Sirchia, che ha vietato il fumo nei luoghi pubblici chiusi.

L’Italia è stato il primo grande paese europeo a regolamentare il fumo
in tutti i locali chiusi pubblici e privati, compresi i luoghi di
lavoro e le strutture del settore dell’ospitalità. La legge è stata
considerata in tutta Europa un modello di efficace intervento di
salute pubblica.

Dal 2005 al 2020, a quindici anni dall’entrata in vigore della legge,
il bilancio può
essere considerato complessivamente positivo, i fumatori in Italia
sono diminuiti di circa un milione.

Permangono tuttavia segnali di allerta, in particolare per quanto
riguarda la diffusione del fumo nelle fasce di età giovanili, con le
percentuali più alte tra i 20-24 anni.
“Primo problema riguarda la salute, oltre un miliardo di persone al
mondo sono Fumatori, circa il 22 per cento della popolazione.

Poi vi e’ il problema ambientale, una  quota consistente di mozziconi,
infatti, viene abbandonata in modo inadeguato su strade, marciapiedi,
parchi e spiagge, generando una contaminazione ambientale per
l’effetto della presenza nelle sigarette di alcuni particolari
componenti inquinanti quali idrocarburi policiclici aromatici,
benzene, arsenico, cadmio, catrame e che la vita attiva dei filtri
lasciati in strada ha un
tempo variabile da 1 a 5 anni.

Noi abbiamo stimato che nella Capitale d’Italia i fumatori producono
giornalmente circa 11 milioni di cicche, pari a  4 miliardi l’anno.
Una quota consistente di queste, circa il 50%, viene abbandonata in
modo illecito nell’ambiente della città. Se si considera che ogni
mozzicone è lungo circa tre centimetri, messi l’uno accanto all’altro
coprirebbero il percorso di 51 mila chilometri, distanza superiore
quindi alla circonferenza terrestre che è di circa 42mila e 500
chilometri.

Mentre aumenta la preoccupazione e la consapevolezza dell’opinione
pubblica per i pericoli per l’ambiente marino e la salute costituiti
da sacchetti e cannucce di plastica, quasi nessuno sa che la palma di
maggior inquinatore del mare spetta ai filtri di sigarette.

Quest’anno nella Giornata Mondiale senza Tabacco i volontari del
Movimento Ecologista Ecoitaliasolidale insieme al Comitato di
Quartiere Ostia Antica Saline hanno organizzato questa mattina
domenica 31 Maggio  in piazza ad Ostia Antica, rispettando ogni regola
del distanziamento sociale e con mascherine e guanti,  una azione di
pulizia dei nostri spazi comuni, delle cicche e di ogni altro rifiuto
abbandonato.

All’iniziativa sono stati  presenti la Campionessa del Mondo di marcia e
responsabile regionale per il Lazio di Ecoitaliasolidale, Giuliana
Salce, Giovanni Pieroni e Gaetano Di Staso rispettivamente Presidente
e Vice del Comitato di Quartiere Ostia Antica Saline e Piergiorgio
Benvenuti,
Presidente Nazionale di Ecoitaliasolidale ed hanno raccolto oltre una
tonnellata e mezzo fra rifiuti, erba e foglie.

Si legge in una nota del Movimento Ecologista Ecoitaliasolidale.





Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi