Covid-19: San Felice Circeo si auto isola e attiva il C.O.I. con Sabaudia e Pontinia - L'Eco Del Litorale | Notizie online








copertina

Covid-19: San Felice Circeo si auto isola e attiva il C.O.I. con Sabaudia e Pontinia

Il Sindaco di San Felice Circeo Giuseppe Schiboni, in queste ore ha emesso un’ordinanza di chiusura della città, tesa a contenere il diffondersi dell’emergenza epidemiologica del Covid-19. Una misura estrema, di contenimento della trasmissione del virus, sottoscritta dal neo comandante della polizia locale di San Felice Leonardo Rognoni ed ex commissario della polizia locale di Nettuno. La chiusura consiste, nel posizionare dei New Jersey al confine con Terracina, per controllare eventuali spostamenti in entrata di cittadini di altri comuni. Nei giorni scorsi invece è stato attivato il Centro Operativo Intercomunale (C.O.I.) con le città limitrofi di Sabaudia e Pontinia. Una decisione presa per arginare il fenomeno virale ed attivata nell’immediato dal sindaco di Sabaudia Giada Gervasi, che è il comune capofila. A San Felice ad oggi non si registrano casi positivi di Coronavirus, mentre ce ne sono due a Sabaudia ed uno a Pontinia.
Nulla di fatto invece, per le città di Anzio e Nettuno che non hanno attivato il Centro Operativo Intercomunale, proposto dalla città di Ardea che dispone di un moderno software e di una sala operativa con volontari di crocerossa e protezione civile. La città di Nettuno comune Capofila, ad oggi non ha ritenuto di dover attivare il C.O.I. che ricordiamo, si basa su una rete di coordinamento tra diverse realtà comunali limitrofi, che sembrerebbe necessario per fronteggiare in modo ottimale le comuni emergenze.





Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi