Anzio, Ospedali Riuniti: Salvata mamma e bimbo. La donna aveva un tumore che ostruiva la nascita del figlio - L'Eco Del Litorale | Notizie online








anzio

Anzio, Ospedali Riuniti: Salvata mamma e bimbo. La donna aveva un tumore che ostruiva la nascita del figlio

Questa mattina agli Ospedali Riuniti di Anzio e Nettuno, è stata salvata una mamma e il suo bambino. La donna si è presentata in ospedale alcuni giorni fa per partorire, ma durante la visita dai primi accertamenti, i medici del reparto di ginecologia si sono subito resi conto che aveva un fibroma sul collo dell’utero che ostruiva la nascita del bambino. Un caso mai visto in 35 anni di carriera, riferisce il vice primario Paolo Moro, che ha predisposto un parto cesareo programmato con estrema attenzione, asportando il tumore. La dimensione della massa tolta, era pari alla testa del piccolo e aveva formato una sorta di tappo impedendone la nascita. Un caso raro, che non ha fatto perdere d’animo l’equipe del dottor Moro, che ha subito provveduto a far partorire la donna. Il piccolo è nato e pesa 3 kg e 200 kg. Lui e sua madre sono in perfetta salute, grazie all’intervento tempestivo del personale ospedaliero. Da quello che si apprende, la donna non aveva fatto controlli sufficienti durante la gravidanza e si è presentata all’improvviso in ospedale per partorire, ma per fortuna è andato tutto comunque per il meglio. Benvenuto a questo nuovo cittadino di Anzio, messo alla luce nel reparto di Ostetricia e Ginecologia.





Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi