Latina, rigettati i domiciliari per il 69enne che ha ucciso e buttato legato nella spazzatura il cane Lucky - L'Eco Del Litorale | Notizie online








copertina

Latina, rigettati i domiciliari per il 69enne che ha ucciso e buttato legato nella spazzatura il cane Lucky

È stata rigettata la richiesta degli arresti domiciliari, per l’uomo che avrebbe ucciso un cane di nome Lucky a Latina. Il 69enne è stato condannato a otto anni di carcere per aver ucciso e gettato nell’immondizia il povero animale, ritrovato in secchio in fin di vita avvolto in due sacchi neri con il muso legato per non farlo abbaiare. Inoltre secondo la sentenza dal giudice Giuseppe Cario, emessa nel processo con rito abbreviato, l’uomo abusava della moglie, maltrattava i famigliari e si rendeva autore di atti osceni.



Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi