Marco Tullio Barboni: un Giugno in giro per l'Italia








Cultura

Marco Tullio Barboni: Giugno in giro per l’Italia

Un Giugno in giro per l’Italia tra riconoscimenti ed apprezzamenti di pubblico.
Marco Tullio Barboni continua a far parlare di sè. Il noto sceneggiatore, soggettista, regista, e negli ultimi anni soprattutto scrittore di successo, in questa sua ultima veste letteraria sta girando l’Italia a promuovere il suo operato professionale.
Due i successi editoriali finora di Barboni, entrambi pluripremiati: “…e lo chiamerai destino”, edito da Edizioni Kappa (opera prima) e “A spasso con il mago. Merlino e io” (Viola Editrice).
Cresce la mia soddisfazione professionale per i premi che continuano a ricevere entrambi i miei libri – ha dichiarato Marco Tullio Barboni alla stampa.
Non posso che augurarmi che continui questo trend positivo.
Tra gli ultimi riconoscimenti ricevuti, solo per citare quelli più recenti, ricordiamo l’evento presso l’aula Magna dell’ Università Valdese di Roma, dove l’A.I.A.M. ha conferito i Premi della Cultura per il Trofeo Medusa Aurea 42esima edizione in una commovente cerimonia dove sono stati assegnati, tra gli altri, gli awards finali per la Poesia Inedita (Premio “Salvatore Quasimodo”), per la Poesia Edita e per il Libro Edito. In quest’ultima categoria al primo posto, assicurandosi la medaglia aurea in palio, a vincere è stato proprio Marco Tullio Barboni.
La giuria, composta da Andrea Apruzzese , Angiolina Barone Alfredo Bonomo, Aldo G.Jatosti, Francesca Romana Fragale , A. Maria Marfè, ha assegnato al noto professionista romano e alla sua opera “…e lo chiamerai destino” (edizioni Kappa) la palma d’oro della vittoria.
“…e lo chiamerai destino” è opera letteraria già vincitrice di numerosi altri premi, tra cui lo scorso settembre il Premio Letterario Montefiore, dove nella sezione a tema libero Libro edito di Narrativa, di Poesia o di Saggistica in lingua Italiana in vernacolo o Straniera ha conquistato il primo posto ex aequo con un altro illustre protagonista: il giornalista e saggista italiano Andrea Scanzi, che ha vinto con l’opera “Renzusconi”.
“…e lo chiamerai destino” è affascinante narrazione dialogica di cui è stato ampiamente dimostrata anche la consistenza qualitativa nel relativo adattamento teatrale (come al Premio Letterario Teatro Aurelio di quest’anno – Premio Speciale della Giuria); prossimamente, il primo giugno, questo stesso libro edito prenderà anche il riconoscimento della Giuria a Roma al Premio Letterario Caffè delle Arti nella sezione Libri Editi – Narrativa, insieme all’ altra sua creatura – l’ultima, in ordine di tempo – “A spasso con il mago. Merlino e io” (Viola Editrice).
Per le numerose peculiarità, il direttivo di Caffè delle Arti ha assegnato, autonomamente, al di là dei parametri valutativi applicati a tutte le opere, il riconoscimento speciale denominato Premio Speciale CdA alle opere che, per merito indiscusso, più hanno rappresentato lo spirito dell’Associazione, dei membri e di tutte le attività culturali promosse da “Caffè delle Arti” in questi anni.
Marco Tullio Barboni si è aggiudicato nel contest in questione sia il Premio della Critica con A spasso con il mago Merlino e io che il Premio della Giuria con …e lo chiamerai destino.
Artista versatile e brillante, Barboni appartiene ad una famiglia di grandi autori cinematografici. I suoi libri sono sicuramente frutto di studi appassionati, ma anche di vita vissuta; tutto questo lo ha reso un grande dialoghista, con una brillante fantasia che ha interiorizzato memorie ed esperienze.
Una vita nel Cinema: di molti film da lui scritti ha seguito tutte le fasi, dall’ideazione all’edizione.
Ha viaggiato in mezzo mondo per la sua professione e da queste esperienze formative ed indimenticabili, le curiosità dell’uomo e dello scrittore hanno iniziato ad incamerare sentimenti e passioni, fino a partorire la sua prima opera letteraria.
Autore apprezzato da lettori e critica, Marco Tullio Barboni si sta generosamente raccontando in giro per l’Italia sia come uomo che come professionista, lasciando ogni volta nel pubblico la sensazione di un gentiluomo moderno e di un carismatico protagonista culturale dei nostri tempi.
Tra Pontremoli, Roma e Varese, dove sarà rispettivamente nei giorni 14, 18 e 25 giugno, Barboni girerà in lungo ed in largo anche nel mese di Giugno.
Il giorno 14 lo si potrà trovare nella graziosa Pontremoli su iniziativa del Comune e del Centro Lunigianese di Studi Giuridici, prestigiosa associazione riconosciuta con decreto del Presidente della Repubblica ed iscritta presso il Registro delle persone Giuridiche, con Premio della Cultura della Presidenza del Consiglio dei Ministri per l’anno 1988; grazie all’onorevole Cosimo Maria Ferri, che lo ha invitato, nel pomeriggio si potrà assistere ad un interessante incontro ad ingresso libero con critici e relatori di primario spessore culturale, che dialogheranno con Marco Tullio e tratteranno approfonditamente alcune tematiche dei suoi libri; il giorno 18, a Roma, presso la sede di Piazzale delle Province dell’Associazione Il Valore del Femminile presieduta da Virginia Vandini, sarà l’occasione serale per un incontro letterario nella città dove Barboni vive e che ama, mentre i giorni 24 e 25 il noto scrittore sarà ospite di Marina Castelnuovo e della sua Villa Liz, dove si trova da tempo una mostra permanente con rari cimeli dedicata alla indimenticabile vita da sosia di Marina, che da oltre un quarto di secolo riesce con la sua immagine a fare rivivere l’impareggiabile mito a livello internazionale.
Marina Castelnuovo, attrice, conduttrice, scrittrice, imprenditrice e – appunto – sosia ufficiale di Liz Taylor, inaugurerà a braccia aperte per l’occasione, con questo primo prestigioso ospite, un nascente format salottiero, il cui contenuto registrato sarà poi diffuso come nuova forma di web tv destinata ad un vasto ed eterogeneo pubblico di amanti del Cinema e della Letteratura. A curare la regia del prodotto audiovisivo sarà il fotografo ed operatore video Massimiliano Salvioni.

Lisa Bernardini



Top