Liz continua a rivivere in Marina Castelnuovo








anniversari e celebrazioni

Liz continua a rivivere in Marina Castelnuovo

Liz continua a rivivere in Marina Castelnuovo. Eh, gia’! Non dobbiamo mai dimenticare i grandi miti Hollywoodiani scomparsi, soprattutto quelli che ci hanno fatto sognare e vivere la magia del Cinema.
Sabato 23 marzo 2019 ricorrerà l’anniversario della scomparsa di Liz Taylor, che ci ha lasciati 8 anni fa.
All’ indimenticabile attrice dagli occhi viola è legata a doppio filo la sua storica “sosia ufficiale” Marina Castelnuovo, attrice, conduttrice, stilista, imprenditrice e scrittrice che tiene viva l’immagine di Liz Taylor ad altissimi livelli.
Marina Castelnuovo rappresenta Liz e in qualche modo la “incarna” più di ogni altra persona al mondo, rifulgendo di una luce propria e tutta speciale in un ambiente difficile ma intrigante qual è il mondo del cinema e non solo.
Bellissima, elegante, affascinante e colta, Marina Castelnuovo in occasione di questo anniversario dedidera parlare di tante cose, un mix di ricordi e impressioni, nostalgie, progetti e parlare della sua carriera sempre in ascesa.

Nel tuo sito ti definisci non solo sosia ufficiale di Liz Taylor, ma anche attrice, presentatrice, scrittrice. A livello estetico, sicuramente il ruolo di sosia è quello che sembra maggiormente appartenerti. Ma quanto c’e’ in te anche degli altri mestieri citati?
Trovo che il ruolo di sosia fine a se stesso sia molto riduttivo, perchè può sembrare che io abbia rubato “l’identità” a Liz Taylor e basta, invece la “sosietà” mi è servita da trampolino di lancio e mi ha agevolata nell’essere personaggio, bisogna poi avere la giusta misura in tutto per separare il proprio ruolo da quello dell’originale e non si deve mai cadere nell’errore di immedesimarsi troppo nel personaggio rappresentato o di lasciarsi coinvolgere più di tanto. Solo così ho potuto affrontare il difficile ruolo della dualità fisica e psicologica, riuscendo a mantenere i miei equilibri e la mia personalità, coltivando anche le mie ambizioni ed i miei progetti non di sosia, ma di personaggio a sè. C’è tanto in me degli altri mestieri citati, in quanto essendo abbastanza narcisista ed egocentrica, fare l’attrice, la conduttrice, la madrina, la “special guest” ecc.ecc. nello “show-biz”, mi appaga molto perchè “on stage” mi sento protagonista e a mio agio
Quando nasci dal punto di vista artistico? Raccontaci brevemente le tappe più importanti delle tue varie carriere.
Artisticamente nasco il 20 maggio 1993 al Festival del Cinema di Cannes invitata dall’Associazione Am-Far che si occupa di raccogliere fondi per la lotta contro l’Aids, fondata e presieduta da Liz Taylor. In primis ho realizzato un calendario con i divi hollywoodiani. Come attrice di Cinema per me è stato molto importante lavorare con registi famosi quali Alberto Sordi, Agnés Varda, Pier Francesco Pingitore, Raffaele Festa Campanile. Come conduttrice ho avuto molte gratificazioni nel presentare serate di gala in Italia e all’estero, avendo la fortuna di parlare perfettamente le lingue apprese in Inghilterra ed in Francia dove ho vissuto a lungo. Come scrittrice invece ho scritto il libro “Liz & Io – un autentico falso d’autore – dopo 4 anni di questa mia fantastica “avventura”, che racconta che effetto fa essere lo specchio di un’altra, cosa accade nel conflitto tra il corpo e lo spirito, avventura ricca di aneddoti, curiosità, incontri importanti e divertenti scambi di persona.
“Io e Liz”: questo film che parla della tua vita come sosia di Liz , come nasce e grazie a chi?
Il docu/film “Io & Liz” nasce proprio perchè tratto dal mio libro “Liz & Io” e parla della mia vita vissuta in parallelo ed in simbiosi con quella di Liz Taylor, con una “mediatizzazione” ed una visibilità tale che mi ha dato modo di frequentare il Jet Set Internazionale e il Gotha Mondiale, invitata agli eventi più importanti e prestigiosi quali: a Hollywood alla Notte degli Oscar, ai vari Festival del Cinema di Cannes, Venezia, Berlino, alle sfilate di moda più “glamour” a New York, Londra, Parigi e Milano. E della serie che “Nessuno è Profeta in Patria”, dopo la scomparsa di Liz Taylor, grazie alla TV di Stato della Svizzera Italiana (RSI La 1), che ha trovato il mio vissuto accattivante, coinvolgente, curioso ed unico nel suo genere, ho avuto la gratificazione di girare un film sulla mia vita…..ALT! E qui desidero fare una considerazione: “chi può vantarsi di essere consacrato in un film sulla propria vita e per di più interpretato dal protagonista stesso e ancora in vita?” Solo ai grandi della Storia sono state dedicate le biografie: ai Papi, alle Regine, ai personaggi politici famosi nel mondo, ai divi hollywoodiani. Il docu/film “Io & Liz” è stato richiesto e portato in concorso anche a 2 Festival del Cinema in Italia: il BAFF e l’AIFF.
Quanto nella vita Marina ha finito di assomigliare a Liz, cercando così profondamente di interpretarla in scena? E se dovessi definire la vera Liz con soli 3 aggettivi, quali useresti?
Ho finito di assomigliare a Liz con questo docu/film; poi quando ho interpretato Marina Castelnuovo e non Liz nella soap opera “Vivere” di canale 5; quando gli Stati Uniti per celebrare i miei 20 anni di carriera mi hanno dedicato un francobollo personalizzato con la mia effigie che ha corso legale, autorizzato dalle Poste Americane; quando ho fatto l’inviata a Sanremo durante il Festival della Canzone sempre come Marina e non come Liz; quando da imprenditrice ho creato una linea di “Bijoux Swarovski” ispirati agli splendidi gioielli di liz Taylorpresentati al Festival del Cinema di Venezia e gli episodi sono tantissimi!
In quanto ai soli 3 aggettivi che userei per definire Liz Taylor: attrice eccezionale, bellezza sconvolgente e umanità profonda!

Il momento più importante della tua carriera quale pensi finora sia stato?
Quello di avere incontrato Liz Taylor per ben 3 volte e di averne felicemente seguito le orme, dove mi si sono aperte le porte del dorato mondo Hollywoodiano. Ma la mia carriera più importante è quella di madre di 2 splendidi ragazzi e moglie di un uomo meraviglioso e straordinario che purtroppo non c’è più, lasciandomi un vuoto profondo ed incolmabile, perché Matteo, marito adorabile e manager insostituibile, con la complicità che ci legava, ha creato ed alimentato per ben 20 anni il mio personaggio a livello internazionale.
La data deĺla morte di Liz cosa ha rappresentato per te? Come artista ma anche come donna che ha seguito passo passo la vita di questa indimenticabile Diva dagli occhi viola.
Mercoledì 23 marzo 2019 ricorreranno 8 anni dalla scomparsa del grande mito che ricordo con grande affetto, stima ed ammirazione. Il dolore per la sua scomparsa è stato molto grande, perché nella mia ingenuità e nella mia adorazione, credevo che Liz Taylor fosse immortale! Per fortuna la mia carriera non ne ha risentito per niente, anzi la mia figura si è anche rivalutata perché molti “media” della carta stampata scrivono che grazie a Marina Castelnuovo il mito Liz Taylor rimarrà immortale e viene messo in risalto il fatto che portando avanti la sua immagine con eleganza e con garbo come ho sempre fatto, ne tengo vivo il ricordo e la faccio conoscere alle nuove generazioni altrimenti anche il suo nome finirebbe nel dimenticatoio come sono purtroppo finiti moltissimi miti.
Marina Castelnuovo è stata anche coinvolta, suo malgrado, in uno scandalo di importanza mondiale. Ce ne vuoi parlare?
Lo scandalo mondiale che mi ha vista coinvolta è stato quello del “sexgate” per il quale sono stata chiamata a Washington a testimoniare, facendo così perdere credibilità a Monica Lewinski, aiutando così a ridimensionare il “sexgate” ed a “scagionare” in parte Bill Clinton dalle infamanti accuse. Una lettera di ringraziamento da parte di Bill Clinton ed un invito alla Casa Bianca per il suo secondo insediamento, sono state le gratificanti “ricompense” ottenute per il mio coinvolgimento in questo scandalo di importanza mondiale.
I tuoi imminenti progetti?
Godo sempre di grande credibilità nei confronti dei “media”, i quali con grande interesse non tralasciano mai di occuparsi del mio personaggio e di tutto quello che faccio. Tenendo conto che Liz Taylor era famosa per i gioielli, cosa che ho già realizzato, ma anche per i mariti (ben 8), sto pensando di realizzare 8 meravigliosi abiti da sposa, copiati da quelli dei suoi matrimoni, visto che ora sono diventata anche imprenditrice.
Il tuo sogno artistico finora irrealizzato e che invece speri di realizzare ?
Pur essendo sempre stata ambiziosissima, credo che una persona che abbia avuto quello che avuto io anche dal punto di vista artistico, non possa pretendere altro dalla vita “rocambolesca” che ho fatto e che faccio. Forse una cosa che non ho ancora fatto e che in fondo spero di realizzare, è quella di girare un film sulla vita di Liz Taylor: proposta che mi era stata fatta non appena era morta, però in contemporanea alla realizzazione del film sulla mia vita, che è la proposta che ho accettato.
E della tua “Villa Liz”, di fatto museo privato dedicato alla tua meravigliosa vita in simbiosi con Liz, che vuoi far sapere ai lettori?
Sempre in qualità di imprenditrice, il 1° maggio 2015, in concomitanza con l’apertura dell’Expo a Milano, ho aperto le porte della mia villa di Varese ai turisti di tutto il mondo, battezzandola “Villa Liz”, un Residence Top che non a caso porta il nome della grande diva scomparsa.
Un luogo di grande successo, situato a Varese in un’oasi di pace ed eleganza che è l’approdo ideale per chi cerca un soggiorno all’insegna della tranquillità, nel quale è in allestimento un piccolo Museo con rari cimeli riguardanti il mio percorso artistico che dura ormai da 25 anni: dalla lettera dall’Apollo 11 dell’Astronauta Buzz Aldrin, agli abiti ispirati a quelli di Liz Taylor, alle lettere dell’AM-FAR l’Associazione fondata da Liz Taylor, alle foto con i divi hollywoodiani con i quali ho recitato o fatto serate di gala, agli incontri con Liz Taylor.
Chi vuole contattarti, a chi si deve rivolgere?
Per chi vuole saperne di più sulla mia vita, il sito ufficiale è www.marinacastelnuovo.com

Lisa Bernardini

Foto cover: la copertina completa del settimanale arabo The Stars uscito qualche anno fa





Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi