Successi crescenti per Daniela Cecchini  - L'Eco Del Litorale | Notizie online








Cultura

Successi crescenti per Daniela Cecchini 

Daniela Cecchini: una giornalista-scrittrice di cui sentiremo sempre più  parlare. Dopo essersi dedicata sin dalla fine degli anni ’70 alla recitazione, muovendo i primi passi nei laboratori teatrali universitari sotto la direzione di nomi autorevoli, quali Gian Maria Volontè e Luigi Vannucchi, lo scorso anno  ha pubblicato un libro di poesie che sta riscuotendo molto successo:  “Sinestesie dell’io” (2016, La Caravella Editrice).
Si tratta di liriche scritte anche in età giovanile, persino da bambina, che ripercorrono un arco temporale molto lungo e lasciano trapelare gli stati d’animo adolescenziali, in cui il sogno diviene rifugio ideale dove trovare riparo dalle malinconie spesso legate alle prime delusioni della vita; stati d’animo che ritroveremo, anche se talvolta pudicamente velati, negli scritti della maturità, nei quali si avverte un certo disincanto. Tuttavia, i travagli dell’anima si alternano alla speranza, creando un magico equilibrio fra gioie e dolori e mettendo in luce la positività che prevale sempre e comunque nel suo cammino di vita, in cui nulla potrà mai spegnere un sorriso dal sapore dolceamaro.
Come si legge in quarta di copertina, il volume parla di un toccante viaggio a ritroso nella propria anima pensante, alla ricerca di un’intima coscienza, che non può tacere.
“Gocce di tempo” e frammenti di riflessione si susseguono e confondono, in un vorticare di sensazioni nette, di sentimenti di libertà, di pulsioni irregimentabili. Rifiuto di ogni qualunquismo e integra volontà di affrontare a viso aperto e senza infingimenti il piacere e l’amaro, la gioia e la sofferenza, che si tratti del proprio vissuto o dell’universale umano travaglio.
Anelito di dolcezza e luce, ma anche composto gemito di dolore, che si fa denuncia, mai rabbia, in questa poesia coraggiosa, densa e vitale. (…)
Instancabile operatrice culturale, negli anni ha ricevuto premi da podio e riconoscimenti in relazione alla sua attività giornalistica e letteraria, segno dell’autentica passione che da sempre caratterizza il suo percorso.
L’elenco dei premi è piuttosto nutrito; pertanto, superando noiose didascalie, ci limiteremo a citare solo i più recenti, ovvero il Premio alla Cultura 2017 del Premio letterario “Alda Merini” per l’impegno profuso nella promozione letteraria e nell’attività giornalistica, il Premio della Giuria nell’ambito del “Premio di Poesia e Narrativa Surrentum 2017” ed infine, la “Nike d’Oro 2017” assegnata proprio in questi giorni al suo apprezzato libro di poesie  nell’ambito del Premio di Poesia, Prosa ed Arti figurative “Il Convivio 2017”.
Insomma, c’e’ già materiale sufficiente per ricordarsi di lei!
Presente in diverse antologie di notevole levatura, è membro di Giurie, Comitati d’Onore e Giurie  Giornalistiche in Premi letterari nazionali ed internazionali ed anche relatrice e presentatrice di eventi socio-culturali.
Da oltre trent’anni esprime la sua creatività nelle varie accezioni, spaziando inizialmente fra cinema, Tv, teatro e moda, per poi approdare alle arti letterarie.
Tra i tanti meriti  che nel settore le vengono riconosciuti, anche quelli di essere stimato membro di movimenti culturali di un certo prestigio, fra i quali il Convivio, la Camerata dei Poeti, l’Accademia V. Alfieri, lo Specchio di Alice, il Circolo Smile.
Per concludere, Daniela è Accademica presso varie istituzioni di respiro letterario internazionale per meriti artistici e culturali acquisiti attraverso la sua proficua attività umanistica e per aver contribuito a valorizzare la ricerca letteraria, giornalistica, strutturale e creativa, nonché il progresso etico-socio-pedagogico, in virtù della sua meritoria opera nel campo delle discipline umanistiche, atte a rafforzare la crescita, lo sviluppo, concetti e tematiche che attestano i valori dello spirito e l’ingegno per l’incremento della cultura universale.
Daniela, sempre pronta ogni giorno a rimettersi in gioco a sostegno dell’arte e della cultura, a suo avviso elementi fondamentali di emancipazione e crescita, si dichiara entusiasta come il primo giorno in cui, bambina, ha iniziato a mettere nero su bianco  sentimenti ed emozioni, pur restando estremamente autocritica. Oggi gli argomenti da lei  trattati in poesia e prosa sono spesso legati a tematiche sociali di una certa delicatezza, come i diritti umani e civili delle donne e dei bambini, quotidianamente vittime di una società malata, disorientata e indifferente.
In attesa della sua prossima nomina, ad ottobre, di  Accademica dalla “Universum Academy Switzerland”, che le conferirà, inoltre, il “Premio Universum Donna 2017”, non resta che seguirla come giornalista, nei numerosi luoghi virtuali e cartacei dove scrive di arte, cultura, cinema, teatro, moda e qualsiasi altro argomento possa sollecitare  interesse.

Lisa Bernardini





Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi