26 e 27 Maggio- 2017 – Un’evento speciale: “Quale Zero vuoi” - L'Eco Del Litorale | Notizie online








Cultura

26 e 27 Maggio- 2017 – Un’evento speciale: “Quale Zero vuoi”

“Quale Zero vuoi” …quasi un musical

26 e 27 Maggio- 2017

Teatro Nino Manfredi  – Via Pallottini, 10 – Ostia

Un omaggio a colui che, definito “Maestro della scena”, ha saputo regalare, grazie alle sue canzoni, ai suoi costumi, e alla sua spettacolarità, tanti messaggi rivolti alla realtà e ai sogni di ognuno di noi, Renato Zero. L’idea nasce dal mettere in scena le molteplici anime di un istrione indiscutibile e di dare la possibilità ad ognuno di coglierne il lato che più sente come proprio, attraverso il comune filo conduttore che li unisce : quello di amare  il suo essere così vero da mostrarsi al di sopra di ogni possibile immaginazione.

Ideato, scritto e diretto da Floriano Iacovelli, “Quale Zero vuoi” non è un “cover tribute” ma un vero e proprio show… quasi un musical. Vedrà la partecipazione di diversi cantanti, attori e ballerini per una kermesse ricca di situazioni che passando da una scena ad un’altra regaleranno emozioni a non finire. La regia è a cura di Anna Maria Sindici.

Per le coreografie ci si è affidati a Marcello Sindici e “Idea Danza”;  trenta anni di attività nel mondo dell’opera e del musical sia in spettacoli teatrali che in Rai e Mediaset.

Il Cast attoriale vede la partecipazione di Valerio Rota, Angela Di Domenico, Adina Campagna, tutti di provata esperienza e Maria Panatta al suo esordio.

Il Cast canoro è formato da cantanti che hanno avuto l’esperienza comune di partecipare ad “Il Cantagiro” : Lavinia Di Gisi, Erica Bianchi, Gaetano Marino, Massimiliano Lavanga, Silvia Marsico, lo stesso Floriano Iacovelli e Flavio Capasso, Vincitore dell’edizione 2016.

Le loro diverse caratteristiche vocali danno allo spettacolo una poliedricità di colori musicali ed interpretativi che non possono che dare quella originalità che è alla base degli intenti dell’autore al quale chiediamo: Qual è stato il filo conduttore che vi ha spinto a scegliere determinati brani piuttosto che altri?  – “La scelta dei brani non è stata né facile,  – ci risponde – né indolore il non mettere in scena alcune canzoni invece che altre.  Abbiamo voluto tener fede al nostro istinto … nella speranza di aver fatto la cosa giusta, ci aspettiamo sia apprezzamenti che critiche … ben vengano entrambi; noi sappiamo di essere stati onesti con noi stessi e con la nostra voglia di far bene… in qualsiasi caso sarà una bellissima esperienza”

Tanta passione, tanto talento e tanto impegno, messo in campo per dare il meglio di ognuno, per regalare qualcosa di diverso, che resti in qualche modo dentro, tra la mente e il cuore, solcando ricordi, immaginando lidi nuovi, facendo proprie le emozioni di ogni singolo fotogramma di un film cha va in scena da anni e che non smette di meravigliare. Un modo per dire Zero è tanto… Zero è tutto… Zero è tutti… ecco perché ”Quale Zero vuoi”.

 



Top