Bud Spencer omaggiato da Franco Micalizzi










Cultura

Bud Spencer omaggiato da Franco Micalizzi

Si è concluso da poco il grande concerto romano dedicato a Bud Spencer, ma se ne parlerà sicuramente a lungo per le emozioni provate da chi c’era. Il celebre Compositore e Direttore d’Orchestra FRANCO MICALIZZI e’ infatti tornato a ROMA e ha continuato a parlare dei favolosi anni ’70/’80 con le sue magiche Colonne Sonore e con grandi Ospiti! Il titolo del suo spettacolo, svoltosi all’Auditorium Parco della Musica, in Sala Petrassi, lo scorso 28 AprileLE CHIAMAVANO”COLONNE SONORE” –Golden 70’s (FRANCO MICALIZZI E I SUOI TEMI PER IL CINEMA). Si è trattato di un concerto unico e raffinato, iniziato puntualissimo alle ore 21.00 come da programma, che ha guardato con un filo di nostalgia e anche di ironia ai memorabili temi musicali che il celebre compositore e direttore d’orchestra ha creato negli anni ‘70 e ‘80 per tanti film di successo (Lo chiamavano Trinità – L’ultima neve di Primavera – Italia a Mano Armata …). A riproporre questi temi sono per l’occasione stati chiamati cantanti che all’epoca li eseguirono con successo, come ad esempio EDOARDO VIANELLO e WILMA GOICH (Roma parlaje tu); tra i grandi interpreti di Musica da Cinema, ospite della serata una concertista unica come GILDA BUTTA’; si sono susseguite durante lo spettacolo, infine, altre autorevoli presenze canore che corrispondono ai nomi di VALENTINA DUCROS, MIKEE INTRONA, DOUGIE MEAKIN e del tenore internazionale GIANLUCA PAGANELLI (che ha presentato al pubblico anche una vera chicca: la versione cantata de L’ultima Neve di Primavera, con testo di Giorgio Calabrese). Considerato che i temi musicali destinati al cinema e composti da Micalizzi hanno suscitato un forte interesse perfino nel mondo dell’hip hop, che ha attinto a larghe mani nel suo repertorio musicale, campionando e rappando sulla sua musica, durante il concerto si sono fatti cenni a queste partecipazioni. A sostenere il concerto, una grande orchestra dal vivo, composta da musicisti tra i migliori del panorama italiano, e la partecipazione come pubblico di tanti fedelissimi appassionati. Per gran parte della serata ha presenziato anche una troupe di RAI3 capitanata da Antonella Pallante. Tra gli ospiti in platea, Giuseppe Pedersoli (figlio di Bud Spencer – salito poi anche sul palco durante il momento omaggio riservato al celebre attore durante la serata) accompagnato dalla moglie Zoila Maria Guadalupe Barriga Costa (soprannominata Lupita), Maria Amato, vedova di Bud, e lo sceneggiatore e scrittore Marco Tullio Barboni, figlio del mitico regista Enzo Barboni, alias E.B. Clucher.
Molto emozionato, Giuseppe dal palco : “Credo che questa serata sia il modo migliore per ricordare papa’ a 10 mesi dalla sua scomparsa. Papa’ amava molto la musica, e nel tempo libero si dilettava a cantare e scrivere canzoni”.
Barboni, invece, ha tenuto a sottolineare l’importanza del Film che unisce tutti i protagonisti de “Lo chiamavano Trinita’”, ancora oggi dopo decenni. Di Bud Spencer ha detto: “Per me, appena diciottenne, Bud con i suoi trascorsi sportivi, era un mito assoluto e lavorare con lui era parte della magia di quel film”.
Si sono riconosciuti altri volti noti, tra cui Maria Lucia De Sica, vedova del compianto compositore Manuel; il celebre bandoneonista noto in tutto il mondo, Héctor Ulises Passarella, arrivato in teatro con Tania Colangeli del Centro del Bandoneón di Roma; la cantante Nancy Cuomo; il regista e direttore di doppiaggio Giovanni Brusatori (che è stato all’inizio del concerto anche la prestigiosa voce fuori campo che ha presentato il Maestro Micalizzi al pubblico prima che lo stesso entrasse in scena); il Presidente dell’ordine degli avvocati di Caltagirone, Walter Pompeo, giunto in serata con la sua signora appositamente dalla Sicilia; la Presidente A.I.S.L_O. Maria Grazia De Angelis; Simona Tuliozzi Sabene (direttrice editoriale della casa editrice VIOLA EDITRICE, che pubblicherà prossimamente una completa autobiografia del M° Micalizzi)
E poi, in ordine casuale, presenze provenienti dagli universi piu’ disparati: Carlo Marino, Angelo Martini, Antonio Ranalli, Ruggero Po, Paola Zanoni, Gerry Mottola, Andrea Marchegiani, Federica Pansadoro (campo del Giornalismo); Anthony Peth, Sabina Fattibene, Eleonora Altamore, Sergio Bartalucci, Floriana Rignanese, Davide Mottola, Tony Malco, Maurizio Gaudio, Andrea Arriga, Giancarlo Sirolesi (Cultura e Spettacolo). E tantissimi altri.
A sigillo della serata, sicuramente le parole pronunciate dal M° Micalizzi :“Bud, l’amico piu’ sincero, spiritoso, a cui devo un grande successo. Grazie, Bud”.

Appuntamento al prossimo concerto!

Lisa Bernardini





Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi